Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA VIDEO INTERVISTA Ecco come la camorra riempì di fusti e rifiuti pericolosi uno scavo di 20 metri a CASALUCE oggi coltivato. Il sindaco: “Intervenga la Procura”


    Con la voce travisata e con la garanzia dell’anonimato l’uomo ha rilasciato le sue dichiarazioni a Ilfattoquotidiano.it CASALUCE - Il Fatto quotidiano ritorna ad interessarsi dei rifiuti interrati in provincia di Caserta. Questa volta la zona interessata è Casaluce e a parlare non è un pentito, ma un semplice  cittadino che, nel video pubblicato sulla […]

    Con la voce travisata e con la garanzia dell’anonimato l’uomo ha rilasciato le sue dichiarazioni a Ilfattoquotidiano.it


    CASALUCE - Il Fatto quotidiano ritorna ad interessarsi dei rifiuti interrati in provincia di Caserta. Questa volta la zona interessata è Casaluce e a parlare non è un pentito, ma un semplice  cittadino che, nel video pubblicato sulla testata on line diretta da Peter Gomez, con voce alterata e viso coperto, racconta di un pezzo di terra, servito a fare il terrapieno dell’asse mediano. “Poi  – dice l’uomo che dà le spalle alla camera, – quel fosso è stato riempito, e una ventina di anni fa ci sono stati messi i bidoni”.

    “Questo terreno- racconta il cittadino al giornalista Andrea Postiglione –  lo coltivano pure: una volta i pomodori, una volta un’altra cosa. Quest’anno ci hanno coltivato il grano, l’anno prossimo sempre qualcosa ci metteranno”.

    Rany Pagamo, primo cittadino di Casaluce, ha commentato così sul Facebook il servizio de Il Fatto quotidiano. ” Il giornale riferisce che al confine tra Casaluce e Frignano sarebbero stati seppelliti fusti pericolosi. Lunedi allerterò’ la Procura e la Prefettura per mettere in atto tutte le procedure per salvaguardare la pubblica salute. I nostri figli devono vivere in un ambiente sano.”

     

    PUBBLICATO IL: 22 settembre 2013 ALLE ORE 11:37