Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA VIDEO INTERVISTA ESCLUSIVA / Don Vittorio Cumerlato: “Io prete anticamorra di Casapesenna? Non scherziamo, non servono eroi, ma serve seguire il Vangelo. A Casapesenna e ovunque”


      15 minuti con il viceparroco della Chiesa di Santa Croce. Il giorno dopo la pubblicazione della notizia sui 7 arresti degli estorsori del gruppo di Michele Zagaria abbiamo voluto constatare da vicino il ruolo missionario della Chiesa e come un giovane sacerdote svolge la sua attività educativa con l’uso esclusivo delle verità cristiane dettate […]

     

    15 minuti con il viceparroco della Chiesa di Santa Croce. Il giorno dopo la pubblicazione della notizia sui 7 arresti degli estorsori del gruppo di Michele Zagaria abbiamo voluto constatare da vicino il ruolo missionario della Chiesa e come un giovane sacerdote svolge la sua attività educativa con l’uso esclusivo delle verità cristiane dettate dal Vangelo. IN CALCE ALL’ARTICOLO LA VIDEO INTERVISTA – CLICCA SUL LINK IN BASSO

    Casapesenna – La notizia, rilanciata mercoledì 3 ottobre, riguardante gli arresti di 7 fiancheggiatori ed estorsori del clan di  Michele Zagaria, che nonostante la cattura della primula rossa di Casapesenna, avevano deciso di continuare e di riorganizzare la gestione delle entrate del famigerato ed efferato gruppo criminale, attraverso, appunto, una opprimente azione di riscossione aggravata dal metodo mafioso, è stata caratterizzata da un elemento nuovo, quello di un’indagine partita dalla frase citata in un’omelia, dal viceparroco di Casapesenna, Don Vittorio Cumerlato: “… Questo paese non cambierà mai”.

    Il 17 giugno scorso, infatti, il sacerdote, consacrato dei missionari della Mia Madonna Mia Salvezza di Casapesenna, ordine fondato dallo stimatissimo sacerdote di Frattamaggiore, Don Salvatore Vitale si rivolse ai fedeli dicendo amareggiato proprio la suindicata affermazione.

    Gli agenti della squadra mobile di Caserta, con il vicequestore Angelo Morabito, si attivarono per comprendere a che cosa alludesse il sacerdote, in quanto la lente delle istituzioni è sempre vigile su questo territorio e si è scoperto, mediante fonti confidenziali che, Marcello De Rosa, imprenditore edile di Casapesenna impegnato nella costruzione di 50 villette nel Comune di Castel Morrone, aveva subito una richiesta estorsiva. Le intercettazioni telefoniche hanno fornito la conferma. Il sacerdote, ascoltato come persona informata sui fatti, ha confermato al pm Catello Maresca che alcuni imprenditori in difficolà si erano rivolti a lui per avere sostegno e conforto.

    Queste le notizie di ieri, oggi, invece, giovedì 4 ottobre, proprio nella ricorrenza di San Francesco, Casertace si è mobilitata e ha chiesto un’intervista a don Vittorio Cumerlato. Pertanto, con il direttore, Gianluigi Guarino, il sottoscritto e il collega Giovanni Vanore, siamo stati ospiti del missionario nella sagrestia della parrocchia di Santa Croce a Casapesenna.

    Don Vittorio Cumerlato, va detto, ha risposto alle nostre domande seguendo la “logica di Cristo” e il suo “verbo” e il suo “metro di misura” sia con la comunità di Casapesenna, sia con noi giornalisti, sia per l’attività educativa che svolge in questa comunità, è delineato, inquadrato, nell’applicazione del Vangelo e degli insegnamenti di Gesù attualizzati, appunto, in questo contesto. Dalle parole del sacerdote, infatti, si evince, che per la verità cristiana non sussiste l’idea o lo stereotipo della drammatizzazione di una realtà che è al pari delle altre, quando si ragiona con la “Verità del Vangelo”.

    In calce al nostro articolo pubblichiamo il link con la video intervista fatta a Don Vittorio Cumerlato. Buona visione.

    Massimiliano Ive

    CLICCA QUI PER VEDERE LA VIDEO INTERVISTA

    PUBBLICATO IL: 4 ottobre 2012 ALLE ORE 22:56