Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    La Nota / S. Maria C.V. – I Bellagiò introitano più di 15 mila euro al mese dall’impresa dei rifiuti. Come la vogliamo chiamare questa ? Estorsione legalizzata?


    L’inchiesta di questi ultimi giorni di Marilena Natale sulla Gazzetta di Caserta fa sorgere uno degli spaccati più inquietanti tra una politica connivente e i gruppi criminali S.Maria C.V. – L’inchiesta che con la consueta puntualità sta conducendo Marilena Natale sulla Gazzetta di Caserta sui  “6 Bellagiò” , tutti impiegati nell’ impresa dei rifiuti, fa […]


    L’inchiesta di questi ultimi giorni di Marilena Natale sulla Gazzetta di Caserta fa sorgere uno degli spaccati più inquietanti tra una politica connivente e i gruppi criminali

    S.Maria C.V. – L’inchiesta che con la consueta puntualità sta conducendo Marilena Natale sulla Gazzetta di Caserta sui  “6 Bellagiò” , tutti impiegati nell’ impresa dei rifiuti, fa ritornare di attualità la questione delicatissima dell’influenza e del’ingerenza dei clan criminali all’ interno delle imprese che , nei vari comuni della provincia di Caserta, esercitano la raccolta dei rifiuti. Chi vince un appalto è costretto ad ereditare il personale  di chi l’ha preceduto e se riannodiamo il fio ci accorgiamo che è stata sempre la politica che in cambio di voti ha gratificato determinate famiglie e determinati gruppi di posti di lavoro remunerati a peso d’oro .

    Si dirà : ma non è meglio che uno come Masino Del Gaudio , detto O’Toro , lavori e non spende il suo tempo a fare il criminale? Sì , d’accordo ma il ragionamento non può essere spinto fino al punto che una stessa famiglia si raccolgono stipendi per 15-20 mila euro al mese. Possiamo forse negare al 100% applicando un principio denso di onestà intellettuale che questa roba qui non si debba definire un’estorsione legalizzata? Un modo ,l attraverso qui i politici ottengono il quieto vivere dalle famiglie criminali e non solo, dato ch queste famiglie e tutte le loro derivate costituiscono un serbatoio formidabile di voti? Tutto quello che è sceritto in questi giorni sulla Gazzetta di Caserta avviene nel silenzio vile, codino , complice di tutta la politica Sammaritana. Quella di sinistra e quella di destra. Tace il sindaco Di Muro ma tacciono anche qquelli dell’opposizione. Tacciono tutti. Il discorso di Santa Maria C.V. non è certo un caso isolato . Vogliamo parlare, forse, di Caserta? L’abbiamo fatto tante volte ed anche li l’enormi somme che finiscono nelle tasche di una o due famiglie rappresentano un chiaro segno di  viltà della politica se non peggio . Anzi, nel caso di Caserta, un chiaro segno dell’alleanza tra precisi gruppi criminali, paracriminale e politici molto ben identificati. Questo è, questo emerge dall’inchiesta della Gazzetta di Caserta su Santa Maria C.V. Dunque ha troppo ragione il procuratore della repubblica Lembo quando mette in guardia sul ritorno al regime degli appalti diretti sui rifiuti gestiti dai comuni

     

     

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 20 ottobre 2012 ALLE ORE 18:55