Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA MORTE DI ROSA FALCO Due ambulanze senza defibrillatore. Grave ritardo dei soccorsi


      Si è dovuto aspettare il terzo veicolo arrivato da Minturno. Il conducente del Transit indagato per omicidio colposo. A terra non ci sarebbero segni di frenata CASERTA - Sull’asfalto della Flacca, teatro della sciagura stradale che ha portato alla morte la giovane Rosa Falco, non risulterebbero esserci segni di frenata. Le indagini, coordinate dal […]

    Nella foto Rosa Falco e l’arrivo dei soccorsi

     

    Si è dovuto aspettare il terzo veicolo arrivato da Minturno. Il conducente del Transit indagato per omicidio colposo. A terra non ci sarebbero segni di frenata

    CASERTA - Sull’asfalto della Flacca, teatro della sciagura stradale che ha portato alla morte la giovane Rosa Falco, non risulterebbero esserci segni di frenata. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Raffaele Falcino, tese alla compresione della dinamica dell’incidente, procedono senza interruzioni attraverso testimonianze e la visione di impianti di videosorveglianza

    La giovane di Parete e il ragazzo Antonio Erario  frequentavano da anni con le loro famiglie la spiaggia gaetana avvalendosi per la notte di una roulotte che ieri mattina era parcheggiata sul lato monte.

    Nell’artico di ieri abbiamo dato notizia dell’arrivo sul posto di 3 ambulanze. Sembrerebbe che 2 dei mezzi di soccorsi (uno si trovava sulla Flacca di passaggio) erano sprovvisti di defibrillatori e forzatamente si è dovuto attendere l’arrivo di un altro veicolo da Minturno.

    Antonio Erario e il conducente del furgoncino indagato per omicidio colposo sono ricoverati ancora in ospedale.

    PUBBLICATO IL: 11 agosto 2013 ALLE ORE 18:30