Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA MORTE DI MADRE E FIGLIA A CASTEL VOLTURNO / Depositata la perizia dell’antropologo


        Si tratta di una documentazione scientifica di 300 pagine richiesta dal Pubblico Ministero Guarriello   CASTEL VOLTURNO - Depositata la relazione di Francesco Introna, l’anatomopatologo di Bari incaricato dai pm di Santa Maria Capua Vetere di analizzare i resti dei cadaveri di Elisabetta Grande e della figlia Maria Belmonte, trovati dalla polizia il […]

    Nelle foto, Elisabetta Grande e Maria Belmonte

     

     

    Si tratta di una documentazione scientifica di 300 pagine richiesta dal Pubblico Ministero Guarriello

     

    CASTEL VOLTURNO - Depositata la relazione di Francesco Introna, l’anatomopatologo di Bari incaricato dai pm di Santa Maria Capua Vetere di analizzare i resti dei cadaveri di Elisabetta Grande e della figlia Maria Belmonte, trovati dalla polizia il 13 novembre scorso nel vano della villetta di Castel Volturno in cui sono rimasti nascosti per otto anni. La relazione ha circa 300 pagine con allegati atti e fotografie dei resti delle due donne.

    La perizia sara’ acquisita nei prossimi giorni dagli avvocati difensori dei due indagati per omicidio e occultamento di cadavere, Domenico Belmonte, padre e marito delle donne, e Salvatore Di Maiolo, ex marito di Maria Belmonte. Intanto, giovedi’ 2 maggio e’ previsto un altro interrogatorio di Belmonte e Di Maiolo da parte del pm della procura Silvio Marco Guarriello, titolare del fascicolo di indagine, che ha disposto un confronto sulle dichiarazioni rese in passato dai due. Identificato l’uomo indicato come ‘Carlo della Colombia’ nell’agenda di Elisabetta Grande, cui veniva data una somma in denaro ogni mese; secondo quanto si e’ appreso, vive all’estero ed era legato a entrambe le donne.

    PUBBLICATO IL: 26 aprile 2013 ALLE ORE 18:15