Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA MALA MILANESE UCCIDE ANCHE PASQUALE TATONE. Sterminata la famiglia dei ras di CASALUCE


    Domenica scorsa era stato ammazzato il fratello emanuele (CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO SULL’OMICIDIO DI EMANUELE TATONE) MILANO - Secondo i primi accertamenti della polizia, che sono proseguiti ininterrottamente per tutta la notte, Pasquale Tatone, il boss nativo di Casaluce, ucciso ieri sera a Milano a tre giorni dall’esecuzione del fratello Emanuele e del suo autista, […]

    Nella foto, gli inquirenti effettuano i rilievi dopo l’omicidio di Pasquale Tatone (nel riquadro)

    Domenica scorsa era stato ammazzato il fratello emanuele (CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO SULL’OMICIDIO DI EMANUELE TATONE)

    MILANO - Secondo i primi accertamenti della polizia, che sono proseguiti ininterrottamente per tutta la notte, Pasquale Tatone, il boss nativo di Casaluce, ucciso ieri sera a Milano a tre giorni dall’esecuzione del fratello Emanuele e del suo autista, e’ stato raggiunto da tre colpi di fucile caricato a pallettoni, da distanza ravvicinata, tutti a segno, che lo hanno raggiunto alla testa e al corpo. L’uomo e’ stato ucciso alle 22.40, e alle 22.42 un passante, presumibilmente un avventore della pizzeria dalla quale era uscito e di fronte alla quale aveva parcheggiato la sua auto, ha chiamato il 118. Sul posto, in via Pascarella all’angolo con via Trilussa, a poche centinaia di metri da via Lopez, da sempre ‘fortino’ del clan che porta il suo nome, sono arrivati i carabinieri ma l’autorita’ giudiziaria ha affidato le indagini alla polizia per unificarle con quelle sul duplice omicidio di domenica scorsa, quando sono stati uccisi il fratello, Emanuele Tatone, di 52 anni e il suo autista Paolo Simone, di 54.

    Dai primi elementi raccolti Tatone ha visto una partita nel circolo Rim, una pizzeria di quartiere dove era solito andare. Quando e’ uscito, e’ entrato nella sua Ford Fiesta blu che distava pochi metri dall’uscita. Un uomo solo, pare, a bordo di un motorino, lo ha affiancato al posto di guida e ha sparato tre colpi con un fucile caricato a pallettoni, centrandolo in pieno a testa e tronco. Il corpo e’ stramazzato sul lato destro, con le gambe sotto il volante e il resto appoggiato sul sedile del passeggero. Il 118, giunto sul posto, non ha potuto far altro che constatarne il decesso. All’incrocio del ‘fortino’, oltre alle forze dell’ordine, sono arrivate decine di persone. Qualcuna pare abbia riferito alla Squadra mobile che quell’uomo sul motorino era stato visto aggirarsi all’intorno gia’ prima. Sul posto sono stati repertati bossoli calibro 12 mentre la vettura, con i vetri rotti dalle fucilate, e’ stata sequestrata.

    PUBBLICATO IL: 31 ottobre 2013 ALLE ORE 15:59