Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    La Lettera e LA VIGNETTA / Caserta – Ora Del Gaudio diventa anche compagno e regala un piano della biblioteca ai studenti amici della Fiom


    Il sindaco ha avocato a sé la decisione, togliendo in pratica la competenza al povero assessore Casale. Siamo sicuri che lo ha fatto sapendo bene che l’Uds non è la sintesi di tutta la consulta degli studenti casertani, ma semplicemente una bene organizzata ed autorevole sigla di estrema di sinistra Il Sindaco, avocando a sè […]

    Il sindaco ha avocato a sé la decisione, togliendo in pratica la competenza al povero assessore Casale. Siamo sicuri che lo ha fatto sapendo bene che l’Uds non è la sintesi di tutta la consulta degli studenti casertani, ma semplicemente una bene organizzata ed autorevole sigla di estrema di sinistra

    Il Sindaco, avocando a sè quanto di competenza dell’assessorato ai servizi sociali e di quello per la cultura, ha dato mandato a Cioffi di preparare una determina con la quale concede all’Uds di Caserta il secondo piano della ex Biblioteca comunale sita in via Roma. Ma cos’è l’Uds? il Sindaco e anche qualche dirigente e assessore sono convinti che si tratti di un organo provinciale di rappresentanza studentesca. E non lo è! Infatti tale organo esiste ed è eletto da tutti gli alunni delle scuole provinciali, ma si tratta della Consulta degli studenti organo contemplato dalla legge sui Decreti Delegati che rispecchia, attraverso i suoi membri, la pluralità di pensiero e di orientamento degli studenti. Diversamente l’UdS è una formazione che si denomina “sindacato degli studenti”, collegata alla Fiom attraverso la FlC e la rete di conoscenza che riunisce le organizzazioni di studenti politicamente appartenenti a precise sigle e quindi schierate.Il fatto stesso che uno dei componenti del direttivo UdS di Caserta è risultato solo quarto eletto ( sui quattro rappresentanti di istituto al Diaz) dimostra che le sigle UdS e Fiom non sono espressione della totalità degli studenti. Anche se nella Consulta vi è un membro di tale associazione politica di studenti ciò non significa che un Organo Collegiale sia identificabile con l’UdS. Detto ciò, e senza considerare che gli studenti di tale associazione UdS fomentano in rete l’odio contro le forze dell’ordine e la ribellione contro qualsiasi regola o legge, com’è possibile che in seno ad un’istituzione alla cui vita contribuisce l’intera cittadinanza con le tasse locali ( IMU e TARSU in primis e l’IRPEF) si conceda un bene ad un’associazione politica ? A questo punto si determina un precedente significativo e pericoloso…potrebbero richiedere lo spazio in via Roma, ma anche altri spazi, tutte le comunità presenti sul territorio, dai Testimoni di geova ai Mormoni…le associazioni studentesche e giovanili di altre formazioni politiche….o tutto questo riguarda qualcosa che sfugge adesso…come la liberazione dell’ex canapificio dove attualmente fanno capo il Centro sociale e dove si riunisce l’UdS?
    Cosa pensare? Disinformazione o malafede?

    Lettera Firmata

     

     

    PUBBLICATO IL: 22 novembre 2012 ALLE ORE 11:30