Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    La domenica di Casertace / MONDRAGONE – Opposizione silente su Schiappa? Il passo parallelo di Fusco sul “caso Di Pietro” e il Pd sogna Cennami in Parlamento


      Il consigliere di Idv spiega a CASERTACE l’attuale posizione assunta dalla sezione mondragonese dopo la crisi nazionale e regionale del partito.  MONDRAGONE - Sono trascorse alcune settimane dall’ultimo consiglio comunale di Mondragone e molti lettori di Casertace hanno notato una sorta di silenzio politico calato sull’attività politica dell’amministrazione comunale. Le opposizioni mondragonesi, fatta eccezione […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Giovanni Schiappa, Mario Fusco e Achille Cennami

    Il consigliere di Idv spiega a CASERTACE l’attuale posizione assunta dalla sezione mondragonese dopo la crisi nazionale e regionale del partito. 

    MONDRAGONE - Sono trascorse alcune settimane dall’ultimo consiglio comunale di Mondragone e molti lettori di Casertace hanno notato una sorta di silenzio politico calato sull’attività politica dell’amministrazione comunale. Le opposizioni mondragonesi, fatta eccezione per i centristi Camillo Federico, Giovanni Zannini, Alessandro Pagliaro, Luigi Mordacchini e Alessandro Rizzieri hanno rivolto altrove i loro occhi?

    Che cosa è successo a Mondragone nel Pd e in Idv?

    Il Pd locale, come si sa, ha deciso di mobilitare tutto l’organico politico cittadino per organizzare le Primarie.  Questa mobilitazione di popolo e di elettori della sinistra, condita da comunicati stampa “Bersani for president” ha letteralmente distratto i rappresentati del partito, che si sono dimenticati del fatto, che in città c’è un’amministrazione di centro destra.

    Dopo il primo turno e il ballottaggio, quelli del Pd di Mondragone, diretti da Aristide Papa, hanno preparato e dovranno poi, sostenere la candidatura al Parlamento dell’ex sindaco di Mondragone, Achille Cennami, puntando, però, prima il binocolo dal monte Petrino, verso la vicina Carinola, per spiare l’ex sindaco Pasquale Di Biasio, il quale è pronto a conquistare un seggio parlamentare.

    Quindi, per il momento nei pensieri del Pd mondragonese ci sono le candidature alla Primarie…

    In casa Idv, invece, è in atto una profonda riflessione politica per quanto sta accadendo in Regione e anche a livello nazionale. Al riguardo abbiamo deciso di contattare il consigliere Mario Fusco al fine di comprendere se dopo la crisi regionale di Idv e il caso Di Pietro, i vertici mondragonesi di Italia dei Valori avevano deciso di aderire al movimento dei Moderati di Portas, o stavano valutando di lasciare il partito per aderire agli altri progetti politici della sinistra: Sel, Pd, ecc.

    Mario Fusco ha subito replicato: “Il sottoscritto, come gli iscritti e i vertici mondragonesi di Idv hanno aderito a questo partito e resteranno, per il momento, in questo partito. Non intendiamo sostenere liste o movimenti di fuoriusciti, solo per portare pacchetti di voti a chi di dovere e trarne dei benefici. Noi non abbandoniamo la nave quando questa è in balia delle onde“.

    I mondragonesi di Idv restano, quindi, fedeli a Di Pietro?

    Occorre che il partito compia un passo laterale. Non si può rinnegare ciò che ha fatto Di Pietro per il partito, ma è giunto il momento di considerarci tesserati di Idv e non dipietristi. Noi crediamo ancora nelle battaglie per la legalità, per lo stato di diritto, e al momento stiamo valutando quali orizzonti politici potranno aprirsi da qui a poco nel centro sinistra“.

    Quindi, per il momento in seno al Consiglio comunale non dovrebbero esserci novità politiche in riferimento agli assetti di partito e alle elezioni per il rinnovo delle Camere. Staremo a vedere.

    Massimiliano Ive

    PUBBLICATO IL: 23 dicembre 2012 ALLE ORE 9:00