Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Invece di stare ai domiciliari va a pagare le bollette all’ufficio postale, arrestato 32enne di GIOIA SANNITICA


    L’operazione eseguita dai militari della locale stazione dei carabinieri Gioia Sannitica - Sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese a sorprendere stamane, lunedì 5 novembre,  Gaetano Biondi, 32enne di Gioia Sannitica, mentre si trovava a piedi nel centro cittadino, in prossimità dell’Ufficio Postale. L’uomo, con a carico precedenti […]

    Nella foto, Gaetano Biondi

    L’operazione eseguita dai militari della locale stazione dei carabinieri

    Gioia Sannitica - Sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese a sorprendere stamane, lunedì 5 novembre,  Gaetano Biondi, 32enne di Gioia Sannitica, mentre si trovava a piedi nel centro cittadino, in prossimità dell’Ufficio Postale. L’uomo, con a carico precedenti per furto aggravato, violazione alle leggi in materia di armi e stupefacenti nonché altri reati contro il patrimonio e la persona, doveva invece trovarsi agli arresti domiciliari. Alla vista dei militari non ha opposto resistenza ed è stato subito bloccato. A questo punto per Gaetano Biondi sono scattate inevitabilmente le manette e accompagnato in Caserma è stato dichiarato in stato di arresto con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari. Ora si trova rinchiuso nelle camere di sicurezza dell’Arma in attesa di comparire nei prossimi giorni davanti ai Giudici del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per il processo per direttissima.

    L’operazione che ha portato a quest’ultimo arresto, segue quelle eseguite nelle ultime 72 ore, con l’arresto di altre tre persone, una per spaccio di stupefacenti e due per tentato furto aggravato, la denuncia a piede libero di diciotto persone responsabili di reati di vario genere ed il sequestro di armi e munizioni. Le attività di prevenzione e di contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa, assicurano i Carabinieri, saranno ulteriormente intensificate nei prossimi giorni. Già questa mattina durante una serie di posti di blocco predisposti tra Piedimonte Matese e altri comuni limitrofi, sono state eseguite verifiche su 105 veicoli in transito ed identificate 130 persone, numerose infine le perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva.

    PUBBLICATO IL: 5 novembre 2012 ALLE ORE 7:36