Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Inseguimento mozzafiato: quattro arrestati a bordo di una Mercedes con cocaina e marijuana


    L’operazione è stata condotta dal personale della Squadra Mobile di Caserta diretta de Alessandro Tocco e della Sezione Distaccata di Casal di Principe diretta da Mario Grassia CASTEL VOLTURNO - Nell’ambito della quotidiana e costante attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, nella tarda serata di ieri, lunedì, il personale della Squadra Mobile […]

    Dall’alto a sinistra, in senso orario: Alessandro Spada, Antonio Ricciuti, Cosimo Ceraldi e Gaetano Milo

    L’operazione è stata condotta dal personale della Squadra Mobile di Caserta diretta de Alessandro Tocco e della Sezione Distaccata di Casal di Principe diretta da Mario Grassia

    CASTEL VOLTURNO - Nell’ambito della quotidiana e costante attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, nella tarda serata di ieri, lunedì, il personale della Squadra Mobile di Caserta diretta de Alessandro Tocco e della Sezione Distaccata di Casal di Principe diretta da Mario Grassia,  ha tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Antonio Ricciuti, 35 anni, Alessandro Spada, 26 anni, Gaetano Milo, 35 anni, tutti pluripregiudicati e con precedenti specifici, originari di Frosinone.

    I quattro, a bordo di autovettura Mercedes classe A, sono stati notati  mentre si aggiravano in zone del comune di Castel Volturno notoriamente conosciute come piazze di spaccio. Il personale operante, pertanto, si è deciso a seguire i loro spostamenti e dopo un breve inseguimento a bloccare l’autovettura in Mondragone.

    All’atto del fermo i quattro hanno tentato di disfarsi di tre involucri avvolti in carta alluminio, che gli accertamenti eseguiti dalla polizia scientifica hanno stabilito contenere cocaina per un peso complessivo di 12 grammi e marijuana per un peso complessivo di 120 grammi.

    L’attività  investigativa svolta dagli agenti ha consentito, altresì, di appurare che la sostanza sequestrata era destinata ad essere rivenduta nel frusinate, luogo di provenienza di uno dei quattro arrestati.

    Proseguono, intanto, senza sosta, i servizi disposti dalla Questura di Caserta finalizzati al contrasto del dilagante fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente che attualmente risulta essere l’attività più redditizia per le organizzazioni criminali radicate nel territorio casertano.

    PUBBLICATO IL: 5 novembre 2013 ALLE ORE 11:15