Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Ore 13 ESCLUSIVA CONSORZIO RIFIUTI- Corruzioni, voto di scambio , noleggi taroccati, fatture false . Nome per nome ed episodio per episodio tutti gli avvisi di garanzia


    Questo è il primo di una lunga serie di articoli con cui vi intratterremo nel pomeriggio di oggi ma anche nei giorni prossimi. Salta fuori un bonifico di 2500€ fatto a favore di un certo Francesco Giorgino e per il quale sono indagati per abuso di ufficio Scialdone ed Enrico Parente. Caserta – Siamo riusciti, […]

    Nelle foto da sinistra Antonio Scialdone, Francesco Goglia ed Enrico Parente

    Questo è il primo di una lunga serie di articoli con cui vi intratterremo nel pomeriggio di oggi ma anche nei giorni prossimi. Salta fuori un bonifico di 2500€ fatto a favore di un certo Francesco Giorgino e per il quale sono indagati per abuso di ufficio Scialdone ed Enrico Parente.

    Caserta – Siamo riusciti, finalmente , a vedere  le carte. Le proverbiali carte. I documenti che ci spiegano con esattezza direttrici e contenti di questa nuova inchiesta che colpisce i vertici e non solo del Consorzio Unico dei rifiuti di Caserta. Intanto possiamo dire che le ipotesi di reato non riguardano solo il voto di scambio ma anche altre reati gravi come la corruzione. E poi, tanti abusi di ufficio .

    Non solo le elezioni regionali sono finite nel mirino della procura della Repubblica di Santa Maria C.V. ma anche le elezioni comunali di Vitulazio. Dentro l’informazione di garanzia vi sono anche i nomi di tutte le persone che si sarebbero impegnati a dare con Antonio Scialdone il voto alla moglie. A quanto pare, queste persone non sono indagate in questo procedimento ma non si può escludere a priori che possono esserlo dentro o in altri procedimenti.

    Significativo è un episodio contestato dai P.M. che coinvolge il noto dirigente del CUB Francesco Raucci, che a suo dire sarebbe stato minacciato da Antonio Scialdone e dall’altro dirigente Francesco Goglia, ex sindaco di Casal di Principe, messo li da Cosentino. Secondo Raucci queste minacce erano dovute al fatto che lui cercava di moralizzare il consorzio. Naturalmente questo lo dice Raucci. Il sottoscritto e Casertace da anni nutrono consistenti dubbi sulla qualità moralizzatrice dell’azione professionale di Raucci.

    Dall’informazione di garanzia si coglie la sequela di abusi di ufficio contestati a presidenti e direttori per la questione dei livelli.

    E ancora, vi è una denuncia della finanziaria Fineco, in quanto si sarebbe registrata una appropriazione di automezzi che furono concessi in leasing. E poi noleggi non necessari che sarà utile capire a quali aziende sono riconducibili.

    E poi ancora Scialdone, con la storia della vigilanza privata, a cui affida i servizi.

    E poi fatture pagate due volte oppure fatture per prestazioni mai eseguite.

    - Un’ultima chicca . Nel capo AB12 della mega informazione di garanzia si contesta il reato di abuso di ufficio all’ ex presidente Enrico Parente ed  all’ex direttore Antonio Scialdone per un bonifico di 2500 € in data 12/01/2010 a favore di un certo Francesco Giorgino. Un bonifico senza nessun contenuto causale.

    Chi è questo Francesco Giorgino? Io un’idea ce l’avrei ma non ve la dico.

     

    PUBBLICATO IL: 2 marzo 2013 ALLE ORE 13:17