Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Processo rifiuti e IMPREGILO, Bassolino se la cava con l’assoluzione


    La sentenza è stata emessa dalla V Sezione del Tribunale di Napoli NAPOLI – Erano imputati per frode in forniture pubbliche, truffa e falso. L’ex governatore della Campania ed ex commissario per l’emergenza rifiuti Antonio Bassolino e altri 27 imputati sono stati assolti nel processo sulle presunte irregolarità nella gestione del ciclo dei rifiuti in […]

    La sentenza è stata emessa dalla V Sezione del Tribunale di Napoli

    NAPOLI – Erano imputati per frode in forniture pubbliche, truffa e falso. L’ex governatore della Campania ed ex commissario per l’emergenza rifiuti Antonio Bassolino e altri 27 imputati sono stati assolti nel processo sulle presunte irregolarità nella gestione del ciclo dei rifiuti in Campania. La sentenza è stata emessa dalla V Sezione del Tribunale di Napoli. Molti dei reati contestati a vario titolo di frode in forniture pubbliche, truffa e falso, erano già stati prescritti perché risalivano a più di dieci anni fa

    Gli imputati sono stati assolti con formula piena.. Oltre ad Antonio Bassolino, sono stati assolti, tra gli altri, Pierluigi Romiti, ex manager del gruppo Impregilo, che ha realizzato il termovalorizzatore di Acerra, e doveva costruire anche quello di Santa Maria La Fossa; Armando Cattaneo, ex amministratore delegato di Fibe, società del gruppo Impregilo, e Raffaele Vanoli, ex sub commissario all’emergenza rifiuti, per il quale il pubblico ministero aveva chiesto la condanna.

    Per quanto riguarda, invece, la Impregilo era stata chiesta anche la condanna al pagamento di 750mila euro e l’interdizione a contrattare con la pubblica amministrazione per due anni.

    PUBBLICATO IL: 4 novembre 2013 ALLE ORE 15:36