Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL VIDEO – LA REGGIA IN TV / Il declino di un capolavoro: ‘Sembra un posto abbandonato’. Solo 200mila euro di riorse all’anno.


    Ennesima brutta figura. Il Palazzo borbonico sul piccolo schermo, nel porgramma di La7, Atlantide. Rirose inadeguate e un declino di immagine e visitatori: Dal milione del ’93 ai circa 500 mila di oggi. L’annus horribilis del capolavoro di Vanvitelli. «Sembra quasi un posto abbandonato, eppure, questo, dal 1937 è Patrimonio dell’umanità» dice Greta Mauro, con […]

    Greta Mauro, co-conduttrice di Atlantide, alla Reggia

    Ennesima brutta figura. Il Palazzo borbonico sul piccolo schermo, nel porgramma di La7, Atlantide. Rirose inadeguate e un declino di immagine e visitatori: Dal milione del ’93 ai circa 500 mila di oggi. L’annus horribilis del capolavoro di Vanvitelli.

    «Sembra quasi un posto abbandonato, eppure, questo, dal 1937 è Patrimonio dell’umanità» dice Greta Mauro, con sguardo circospetto, all’ombra degli alti muri reali, imbrattati di scritte. La co-conduttrice del fortunato programma in onda su La7, Atlantide, che, ogni mercoledì, tramite il piccolo schermo porta milioni di persone alla scoperta di meraviglie in giro per il mondo, l’ultima volta ha fatto tappa a Caserta.

    Avrà mostrato il chilometrico Parco? Le secolari fontane o la suggestiva Grande cascata che sigilla, in lontananza, tutta l’area? Suvvia, non siate ingenui: la clip mandata in onda si intitola «Il declino di una Reggia».

    Immagini che, chi frequenta il Palazzo borbonico, conosce molto bene. Fontane ricoperte da muschio, l’acqua delle peschiere che ricorda un paludoso stagno e Piazza Carlo III transennata, manco fosse un cantiere. Insomma, un’altra bella istantanea della Reggia, da conservare nell’almanacco di quest’anno, non poco sfortunato.

    Le parole, però, che, con tutta evidenza, risuonano nella testa di chi ha guardato e guarderà il servizio, sono quelle di Gregorio Angelini, dirigente ministeriale Beni culturali, il quale parla di «soli duecento mila euro» che arrivano, ogni anno, a Caserta, per le voci Gestione e Manutenzione -quest’ultima, visibilmente sconosciuta ai più. Sempre Angelini, racconta ad Atlantide, di introiti per due milioni di euro che dalla Reggia, puntualmente, finiscono nelle casse del Tesoro. E lì restano. Come quest’anno. 

    Anche la sovrintendente Raffaella David, da noi più volte punzecchiata sullo stato, indecoroso, in cui versa il monumento vanvitelliano, parla di risorse inadeguate per il settimo monumento più visitato del Paese.

    Più che in declino, maltrattata. E col trucco sbavato.

    Giovanni Vanore

    Clicca qui per vedere il servizio sulla Reggia mandato in onda sul La7 

    PUBBLICATO IL: 21 dicembre 2012 ALLE ORE 19:39