Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL PD: Nullo il voto di S. Arpino. Ma si scordano di dire se si voterà di nuovo


      Nel caso in cui non si dovesse ripetere la votazione, il risultato delle Primarie sarebbe ancor più inficiato, rispetto a quanto già lo sia dagli evidenti brogli verificatesi. CASERTA – Anche sul caso S. Arpino il Pd sta cercando di metterci un pezza e con una nota stampa ufficiale è stato comunicato l’annullamento del […]

     

    Nel caso in cui non si dovesse ripetere la votazione, il risultato delle Primarie sarebbe ancor più inficiato, rispetto a quanto già lo sia dagli evidenti brogli verificatesi.

    CASERTA – Anche sul caso S. Arpino il Pd sta cercando di metterci un pezza e con una nota stampa ufficiale è stato comunicato l’annullamento del voto espresso dagli elettori per le Parlamentarie.

    La decisione è stata presa dalla commissione regionale di Garanzia del Partito Democratico che all’unanimità ha deciso di rendere nullo il risultato di questo seggio dopo le incredibili vicende che hanno caratterizzato e “minato” la libertà di voto e di espressione, così come denunciato dal presidente Pace.

    La motivazione? Ebbene la commissione di Garanzia ha ribadito: “nell’incertezza della platea dei votanti e vista l’assenza di ogni elemento di riscontro circa la regolarità delle operazioni...” è stato dichiarato nullo il voto. Il tutto poi è stato demandato: “al Coordinamento provinciale del Pd di Caserta e alla Segreteria regionale del Pd, per l’assunzione delle opportune iniziative a tutela del Partito in seguito alle vicende che hanno riguardato il Presidente del seggio“.

    Nel comunicato stampa che contiene, anche, le dichiarazioni del segretario provinciale facente funzioni del Pd di Caserta, Ludovico Feole, non viene assolutamente precisata o annunciata la possibilità di far votare gli elettori del Pd di S. Arpinino.

    Ho ritenuto proporre all’Ufficio elettorale provinciale l’invio degli atti relativi alle operazioni svoltesi presso il seggio di Sant’Arpino, alla Commissione di Garanzia regionale per le opportune verifiche e le determinazioni nel rispetto del regolamento tenuto conto, della delicatezza del caso a tutela sia di quanti hanno espresso il voto in quella giornata sia a tutela del Partito Democratico rispetto all’incresciosa vicenda che, ad un certo punto dello svolgimento delle operazioni, non ha consentito il regolare spoglio elettorale e la redazione dei verbali di seggio“.
    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 2 gennaio 2013 ALLE ORE 20:31