Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Il Natale di Casertace / GRAZZANISE – E’ ancora duello Vaio-Parente. L’ex minoranza: “Non scaricate le vostre responsabilità sui commissari”


    E’ arrivata  a strettissimo giro di tempo, sempre attraverso un’affissione murale, la replica di Nuovi Orizzonti al manifesto del Pdl Grazzanise -  L’ex minoranza consiliare ha prontamente risposto al manifesto del PDL. Il gruppo Nuovi Orizzonti vede lo scritto pidiellino come “nuovo attacco sferrato al Commissario Prefettizio”. Federico Conte e i suoi sentono “l’obbligo di […]

    Nelle foto, da sinistra, Federico Conte, Marcello Vaio ed Enrico Parente

    E’ arrivata  a strettissimo giro di tempo, sempre attraverso un’affissione murale, la replica di Nuovi Orizzonti al manifesto del Pdl

    Grazzanise -  L’ex minoranza consiliare ha prontamente risposto al manifesto del PDL. Il gruppo Nuovi Orizzonti vede lo scritto pidiellino come “nuovo attacco sferrato al Commissario Prefettizio”. Federico Conte e i suoi sentono “l’obbligo di dissociarsi, immediatamente, da quanto affermato nel manifesto affisso, venerdì 21 dicembre. Non è ammissibile scaricare le colpe della cattiva gestione di questi ultimi anni sui commissari prefettizi che si trovano a governare questo paese solo da qualche mese e certamente non per propria volontà ma perché qualcosa non ha funzionato nel governo che reggeva le sorti di Grazzanise.”

    L’ex minoranza ironizza anche sulle considerazioni fatte in merito alle presunte colpe targate anni 90’: “se i problemi di oggi, come affermato nel manifesto PDL , sono gli stessi di quelli di più di 20 anni fa, cosa ha fatto per risolverli chi ha governato con continuità negli ultimi 12 anni? ”

    Oltre a rilevare un’evidente frattura di vedute sulla precedente gestione amministrativa, considerando che 2 uomini su 5 di Nuovi Orizzonti, il capogruppo Conte e Marcello Vaio, sono tesserati del PDL, questa risposta riconferma un PDL fatto di due anime che, prima o poi sarà costretto a sciogliere i propri nodi interni.


    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 25 dicembre 2012 ALLE ORE 9:30