Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL CONCORSO TRUFFA PER PRESIDI. Ecco come, secondo la Procura, la compagna e il provveditore Piscitelli avrebbero architettato l’imbroglio per taroccare la prova


    Dopo lo scoop del collega Simone Di Meo sul Sole 24ore, ci soffermiamo su alcuni particolari del decreto della Procura di Torre Annunziata che ha sequestrato gli atti del concorso stesso.

    PiscitelliCeccano

     

    CASERTA – Emergono altri particolari dalla maxi inchiesta della Guardia di Finanza di Torre Annunziata coordinata dalla Procura di Napoli, che ha bloccato il concorso a dirigente scolastico, conclusosi lo scorso 18 febbraio e che in Campania prevedeva la selezione di 224 candidati.

    La scorsa settimana, abbiamo scritto, in linea di massima delle notizie emerse dal decreto di sequestro degli atti concorsuali e dai 23 avvisi di garanzia. Tra gli indagati, ricordiamo, figurano Maurizio Piscitelli, ex dirigente del Miur ed ex provveditore di Caserta; Salvatore Margiotta, segretario provinciale di Napoli del sindacato Snals; Pietro Esposito, ex direttore generale dell’Ufficio regionale scolastico della Campania; Mario Capunzo, docente all’Universita’ di Salerno e presidente della commissione di base nonche’ di tre sottocommissioni.

    Nel contempo è stata posta in risalto, sempre dagli inquirenti, la vicenda, ricostruita mediante le intercettazioni telefoniche,  riguardante la partecipazione al suddetto concorso di Giovanna Sommella compagna dell’ex dirigente del Miur ed ex provveditore di Caserta, Maurizio Piscitelli, anche lei inserita nell’elenco degli indagati  (CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO).

    Ebbene, oggi, lunedì, sono stati evidenziati altri particolari riguardanti proprio il presunto tentativo di far superare la prova concorsuale alla compagna dell’ex provveditore di Caserta. In tale frangente sono accusati dalla Procura di Napoli, di concorso e falso ideologico proprio Maurizio Piscitelli, la compagna Giovanna Sommella, in quanto “istigatori” e Salvatore Margiotta segretario provinciale di Napoli del sindacato Snals con la sua assistente Antonella Paradiso per essersi attivati al fine di far giungere alla commissione esaminatrice la prova d’esame della compagna dell’ex provveditore di Caserta, “intercedendo” a loto volta con la responsabile del il primo circolo didattico di Forio d’Ischia, Maria Chiara Conti, per il superamento dell’esame stesso.

    In tale Contesto la Procura ha iscritto nel registro degli indagati anche il presidente e alcuni componenti della terza commissione d’esame, quali Mario Capunzo, docente all’Universita’ di Salerno, Antonetta Tartaglia e Giuseppina Buonaiuto, in quanto nell’elaborazione della “griglia di valutazione” e  “del giudizio analitico-descrittivo conclusivo” hanno – secondo le tesi della Procura – attestato falsamente il giudizio sugli elaborati scritti dalla compagna di Maurizio Piscitelli, candidata al concorso per presidi.

    PUBBLICATO IL: 3 marzo 2014 ALLE ORE 15:38