Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    I VIDEOREPORTAGE ESCLUSIVI. LE FOGNE DELLA VERGOGNA A CASTEL VOLTURNO, si apre una voragine tra via Po e via Volturno a Destra Volturno. L’appello di Boccone: “Non discriminate la zona”


      Casertace nei luoghi dell’alluvione. Ecco le foto choc dei danni di Massimiliano Ive CASTEL VOLTURNO - Siamo stati a Destra Volturno, anche per continuare a tenere la nostra lente di ingrandimento su questa realtà cittadina di Castel Volturno, dopo l’alluvione di qualche settimana fa. Mentre fanno eco ancora le notizie riguardanti lo scontro istituzionale […]

    Nelle foto, Valerio Boccone e la voragine in via Po

     

    Casertace nei luoghi dell’alluvione. Ecco le foto choc dei danni

    di Massimiliano Ive

    CASTEL VOLTURNO - Siamo stati a Destra Volturno, anche per continuare a tenere la nostra lente di ingrandimento su questa realtà cittadina di Castel Volturno, dopo l’alluvione di qualche settimana fa. Mentre fanno eco ancora le notizie riguardanti lo scontro istituzionale tra Provincia di Caserta e Comune di Castel Volturno sulle responsabilità riguardanti il mancato intervento per rinsaldare le giunzioni fognarie, ecco che i vigili urbani sono stati costretti a transennare una voragine con annesso sfalsamento stradale, che si è aperta lungo la carreggiata che immette sull’incrocio tra via Po e via Volturno.

    I caschi bianchi hanno transennato l’area che continua ad essere caratterizzata dal transito dei veicoli. Ieri sera, venerdì, un’autovettura è finita nel fosso che si è aperto nell’asfalto. Sotto scorre la famigerata fogna oggetto delle polemiche post alluvione.

    Siamo andati a Destra Volturno, ripetiamo, accompagnati da Valerio Boccone, che negli ultimi tempi si è impegnato moltissimo in questa area con le iniziative di I Love Destra Volturno. Arrivati sul luogo del delitto abbiamo effettuato foto e riprese che descrivono la precarietà e la pericolosità di un impianto fognario che ormai non ha più come difendersi dagli attacchi degli agenti atmosferici, dalle perdite, dai flussi di acqua che da qui giungono poi negli impianti di sollevamento e poi nel depuratore sul Volturno.

    Una storia tristissima e bruttissima che caratterizza le drammatiche vicende di Castel Volturno. L’appello di Boccone palesa la necessità di un rapido intervento e nel contempo lancia un messaggio molto chiaro alle istituzioni locali: “Non ghettizziamo, non discriminiamo Destra Volturno“.

    Ma c’è di più… Siamo andati nei luoghi dove l’alluvione ha prodotto danni: in via fiume Tronto (a pochi passi dal depuratore) e lungo la Consortile lato sud. Abbiamo raccolto foto sconvolgenti che confermano quanto scritto nelle nostre precedenti inchieste, riguardo sia le giunzioni sfalsate, sia gli allacci effettuati dai viali al collettore principale non eseguiti a regola d’arte. Buche, buchette, sfalsamenti e dislivelli paurosi si sono creati lungo la carreggiata.

    Muri pendenti, abitazioni ormai compromesse e lacerazioni nelle caditoie sono conseguenze evidenti di un sistema fognario quasi al collasso.

    Con ogni probabilità la futura amministrazione comunale non solo dovrà correre ai ripari con una progettazione senza precedenti che contribuisca, attraverso qualche esigua fonte di finanziamento, a rimodulare tutto il sistema fognario di Destra Volturno, ma sarà costretta anche a sanare tutto il sistema del ciclo idrico integrato.

     

    PUBBLICATO IL: 22 febbraio 2014 ALLE ORE 18:19