Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE/ Cub, in 4 minacciano il suicidio sui tetti del comune


      TUTTE LE FOTO – Quattro lavoratori del CUB, operanti sul cantiere grazzanisano, sono saliti sul tetto della casa comunale, mentre gli altri colleghi presiedevano i gazebo montati sullo spiazzale antistante il municipio. Alle 13 e 30 i manifestanti sono stati convocati in Prefettura: hanno raggiunto un accordo. Entro mercoledì 6 febbraio riceveranno 2 mensilità. Grazzanise […]

     

    Nella foto i 3 operatori saliti sul tetto del municipio

    TUTTE LE FOTO – Quattro lavoratori del CUB, operanti sul cantiere grazzanisano, sono saliti sul tetto della casa comunale, mentre gli altri colleghi presiedevano i gazebo montati sullo spiazzale antistante il municipio. Alle 13 e 30 i manifestanti sono stati convocati in Prefettura: hanno raggiunto un accordo. Entro mercoledì 6 febbraio riceveranno 2 mensilità.

    Grazzanise – E’ durata 2 giorni la  protesta degli operatori del CUB. La manifestazione, iniziata ieri mattina, era degenerata in una vera e propria occupazione della casa comunale. Quattro operai del cantiere grazzanisano erano saliti sul tetto del municipio.  Dalla loro pericolosa postazione hanno gridato le loro difficoltà legate ai 5 mesi di stipendio non percepito, hanno chiesto “aiuto” alla popolazione, e ingiuriato contro ignoti esclamando “MARIUOLI, LADRI, DOVE SIETE?”. I protestanti, con megafono, hanno, inoltre, invitato i politici locali a raggiungerli, evitando di presentarsi  “solo quando hanno bisogno di voti”

    Sul posto non è arrivato alcun dirigente del CUB.

    L’amministrazione, commissariata, aveva versato 70 mila € al Consorzio con la speranza che quei soldi fossero indirizzati agli spazzini che lavorano sul territorio grazzanisano, invece così non è stato.

    Sul luogo sono accorsi vigili del fuoco, che hanno montato, per sicurezza, per eventuali gesti estremi, sotto il tetto, un materasso gonfiabile, l’autoambulanza e agenti della polizia di stato.

    Alle 13 e 30 la rappresentanza che non è salita sul tetto della casa comunale, ha partecipato ad un incontro in Prefettura, durante il quale è stato raggiunto un accordo: entro mercoledì 6 febbraio riceveranno 2 mensilità. I 4 operai sono scesi dal tetto, i gazebo sono stati smontati, ma il problema resta.

    Lo scoglio da superare riguarda la presenza degli esuberi (si parla di 4 unità ), che fine faranno?

    Giuseppe Tallino

    QUI  SOTTO IL VERBALE DELLA RIUNIONE

    Nella foto il verbale della riunione

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 29 gennaio 2013 ALLE ORE 17:52