Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE, 13 netturbini all’attacco denunciano l’impresa Alba Paciello


    Sono giorni concitati per il cantiere mazzonaro. Stamattina dalle 8 alle 10 gi operatori ecologici hanno tenuto l’ennesima assemblea con la Fit Cisl. Domani, alle 12, l’incontro in comune con il commissario Migliorelli GRAZZANISE – Né sappiamo né immaginiamo quando arriverà quel giorno benedetto in cui si riuscirà a ridare, in questa provincia, serenità  ai […]

    Sono giorni concitati per il cantiere mazzonaro. Stamattina dalle 8 alle 10 gi operatori ecologici hanno tenuto l’ennesima assemblea con la Fit Cisl. Domani, alle 12, l’incontro in comune con il commissario Migliorelli

    GRAZZANISE – Né sappiamo né immaginiamo quando arriverà quel giorno benedetto in cui si riuscirà a ridare, in questa provincia, serenità  ai processi di raccolta rifiuti. La fine del Cub, come è noto, ha dato vita ad una proliferazione di passaggi di cantiere dei suoi ex dipendenti  a ditte private che avrebbero dovuto garantire un servizio ordinato, tranquillo. Beh, in alcuni territori questo clima di quiete lavorativa è stato raggiunto, in altri, invece, no.

    Consideriamo l’operato del cantiere grazzanisano  caratterizzato, purtroppo, quasi con costanza, da dinamiche un po’ altalenati. Ai tempi del Cub gli spazzini, per protesta, si spinsero fino al tetto del municipio. Quei giorni bui, estremi, diciamo che sono passati, ma la tranquillità tanto agognata, a quanto pare, neppure è stata ottenuta.

    Evitando di impelagarci nella cronistoria degli eventi, delle tante richieste fatte dagli operatori ecologici, ci limitiamo a raccontare quello che è successo in queste ore.

    C’eravamo lasciati all’annuncio della Fit Cisl dell’assemblea che si è svolta regolarmente, stamattina, dalle 8 alle 10, e dell’organizzazione di una possible manifestazione pacifica, per domani, mercoledì,  che si sarebbe dovuta concludere poi con un sit in in municipio.

    Alla base di questo dimenamento sindacale c’è  la richiesta della spettanze di novembre, di un miglioramento della stryttyra cantiere (“infatti, i lavoratori – è scritto testualmente nella nota Cisl del 13 dicembre – si riuniscono ogni mattina presso gli spazi antistanti il campo sportivo del Comune e sono costretti ad apporre la propria firma di presenza alle intemperie, improvvisando di volta in volta una scrivania utilizzando i cofani delle proprie auto”) e certamente di  qualche altro elemento che adesso ci sfugge.

    Prima della fine dell’assemblea odierna, però, è stata fatta recapitare  agli operatori ecologici una nota di Alba Paciello attraverso la quale si comunicava “a tutti i dipendenti che a far data dal 17/12/2013 l’unità di cantiere di riferimento è individuata a Casagiove e pertanto gli stesi dovranno riferirsi a tale cantiere”.

    I 13 operai che hanno partecipato all’incontro, terminata la discussione con il sindacato, si sono prima recati al Comando dei carabinieri di Grazzanise, guidato dal maresciallo De Santis,  per depositare una denuncia nei confronti proprio di Alba Paciello (alla base dell’esposto c’è, a detta degli spazzini, la mancata fornitura di “dispositivi di protezione individuali, di profilassi sanitaria e di cantiere idoneo” con contestuale richiesta di “un intervento urgente dell’Asl di Caserta”). Terminata  la tappa dai carabinieri i lavoratori  del cantiere mazzonaro insieme alla  Fit Cisl hanno  provveduto successivamente  a rispondere alla nota della ditta di Casagiove

    Come si è conclusa questa turbolenta giornata? Alle 14,00 il commissario prefettizio Migliorelli ha contattato il responsabile della Fit Cisl, Giovanni Guarino, per comunicargli  che l’azienda, da domattina, metterà a disposizione dei dipendenti i mezzi e per invitarlo, domani, alle 12,00, ad un incontro in municipio
    La situazione è abbastanza ingarbugliata. Si spera che la matassa possa sbrogliarsi il prima possible. Logicamente invitiamo Alba Paciello, qualora lo desiderasse, a  fornire anche il proprio punto di vista sulla vicenda.
    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 17 dicembre 2013 ALLE ORE 17:38