Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Furti e rapine a Bagnara di CASTEL VOLTURNO, i residenti chiedono aiuto al prefetto Pagano


    In calce all’articolo il testo integrale della nota stampa inviata dall’avvocato Laviano che depositerà la raccolta di firme anche in Procura CASTEL VOLTURNO – I residenti della località di Bagnara, frazione confinante tra Castel Volturno e Mondragone, hanno, mediante una raccolta di firme, che sarà depositata pressa la Procura della Repubblica e la prefettura di […]

    Nelle foto, da sinistra, il logo di Bagnara che vive e il prefetto Pagano

    In calce all’articolo il testo integrale della nota stampa inviata dall’avvocato Laviano che depositerà la raccolta di firme anche in Procura

    CASTEL VOLTURNO – I residenti della località di Bagnara, frazione confinante tra Castel Volturno e Mondragone, hanno, mediante una raccolta di firme, che sarà depositata pressa la Procura della Repubblica e la prefettura di Caserta, invocato aiuto alle istituzioni pubbliche e agli enti deputati al controllo del territorio, in quando la suddetta località è di nuovo al centro di perigliose vicende criminali, nonchè luogo dove si consumano senza freni furti e rapine.

    Dopo una serie di riunioni presso la sede dell’associazione Bagnara che vive, i cittadini hanno deciso di delegare l’avvocato Fabio Laviano, al fine di far sentire la loro voce presso le istituzioni preposte.

    M.I.

    QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DELL’AVVOCATO FABIO LAVIANO 

    Bagnara, località di villeggiatura del Comune di Castel Volturno, meta nemmeno venti anni orsono di oneste famiglie di professionisti e lavoratori, si ritrova ormai in uno stato di completo abbandono, da parte sia degli enti pubblici.

    È questo l’amaro grido di protesta che emerge dalle ultime due riunioni dell’”Associazione Bagnara che vive”, che da oltre 10 anni cerca di dare una spinta vitale ad una località ormai sprofondata in un devastante oblio!

    Gli abitanti di Bagnara, i residenti e i proprietari di villette dove godersi il meritato riposto estivo, sono ormai esasperati dai continui episodi delittuosi dei quali sono vittime, ormai da molti anni, ma con un livello di criminalità che si è moltiplicato in maniera esponenziale nel corso degli ultimi due anni.

    Furti, rapine, danneggiamenti, furti in abitazione, abusi edilizi, immigrazione clandestina, occupazioni abusive, prostituzione, spaccio di sostanze stupefacenti…

    Proprio per questo, l’Associazione si faceva promotrice di raccogliere la volontà di un considerevole numero di persone interessate a denunziare alle competenti Autorità lo stato di assoluto abbandono di Bagnara e dava incarico all’Avv. Fabio Laviano  del Foro di Napoli di depositare presso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e portare all’attenzione del Prefetto di Caserta un esposto, che chiarisse la situazione ormai insostenibile della vivibilità di Bagnara e che sollecitasse un deciso ed immediato intervento per sottrarre il dominio della zona dalle mani di veri banditi e predatori.

    Assolutamente indispensabile, per quanto emerso dalle discussioni in assemblea, rinfoltire il numero di uomini delle Forze dell’Ordine presenti sul territorio, allo stato indubbiamente insufficiente per contrastare una serie infinita di delitti perpetrati su una zona per nulla di piccole dimensioni.

    Prossimo incontro previsto per il giorno 03.02 p.v. alle ore 10;00 presso la sede dell’Associazione, al fine di completare la raccolta delle firme (necessario un documento di identità) e far sentire forte il grido di protesta di tutti gli interessati alla sorte di una località che portano nel cuore!

    PUBBLICATO IL: 28 gennaio 2013 ALLE ORE 17:48