Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG. 11,54 FOLLIA A CASAGIOVE – Rientra in casa con un coltello e minaccia di morte i familiari: preso dai carabinieri


      Provvidenziale la chiamata dei vicini di casa   AGG. 11,54 – I carabinieri del Comando Stazione di Casagiove, nella tarda serata di ieri, hanno arrestato M. E., 25enne, di Caserta. Nello specifico, l’uomo, durante l’affidamento in licenza finale di esperimento presso la comunità Coop. Soc. BIOS, con sede in Carinaro, nella serata del giorno 20 […]

     

    Provvidenziale la chiamata dei vicini di casa

     

    AGG. 11,54 – I carabinieri del Comando Stazione di Casagiove, nella tarda serata di ieri, hanno arrestato M. E., 25enne, di Caserta. Nello specifico, l’uomo, durante l’affidamento in licenza finale di esperimento presso la comunità Coop. Soc. BIOS, con sede in Carinaro, nella serata del giorno 20 dicembre, si era arbitrariamente allontanato recandosi presso la residenza della madre e della sorella, sita in Casagiove, dove brandendo un coltello minacciava di morte le donne. Nella circostanza, la sorella aggredita, dopo una breve colluttazione, riusciva a liberarsi allertando i carabinieri che, giunti sul posto, riuscivano a bloccare l’uomo mentre tentava di darsi alla fuga. L’uomo, quando è stato bloccato dai carabinieri era ancora in possesso dell’arma con la quale aveva aggredito i familiari. Il 25enne è stato ricondotto presso la citata comunità per poi essere condotto, su disposizione dell’A.G. competente, presso l’ospedale giudiziario psichiatrico di Aversa, dove si trovava ristretto prima della concessione del beneficio.

     

    CASERTA – È successo all’alba di stamattina a Casagiove. Solo l’intervento dei carabinieri della locale stazione, agli ordini del comandante Franco Ciardiello, ha evitato che si consumasse la tragedia.

    L’uomo, E.M., che ha tentato di uccidere la sua famiglia con un coltello, che pare soffra di problemi psichici. Non è rientrato da una licenza di esperimento e si è recato a casa armato di un fendente, minacciando di morte i suoi familiari. L’irruzione dei militari, avvertiti dai vicini, ha evitato che accadesse il peggio.

    Ora, l’uomo, è stato trasportato all’ospedale psichiatrico di Aversa, a disposizione dell’autorità giudiziaria. In genere, la licenza di esperimento viene concessa dal magistrato di sorveglianza nel periodo immediatamente precedente la scadenza fissata per il riesame della pericolosità. Sono ancora pochi, tuttavia, gli elementi per definire con esattezza in contorni della vicenda.

    PUBBLICATO IL: 22 dicembre 2013 ALLE ORE 11:13