Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    In viale Carlo III c’è di tutto. Oltre ai lavavetri “feroci” ora anche i pusher dei Clan


        Arrestato uno spacciatore che aveva favorito il clan Belforte. Durante l’operazione sono state identificate 204 persone, controllate 1096 vetture e contestate 18 infrazioni CASERTA – Nella serata di ieri si è svolto un servizio straordinario di controllo del territorio coordinato dai Carabinieri della Compagnia di Caserta, con particolare riferimento a viale Carlo Terzo, […]

     

    Nella foto i Carabinieri della Compagnia di Caserta durante i controlli su viale Carlo III

     

    Arrestato uno spacciatore che aveva favorito il clan Belforte. Durante l’operazione sono state identificate 204 persone, controllate 1096 vetture e contestate 18 infrazioni

    CASERTA – Nella serata di ieri si è svolto un servizio straordinario di controllo del territorio coordinato dai Carabinieri della Compagnia di Caserta, con particolare riferimento a viale Carlo Terzo, ovvero il vialone che collega la città di Caserta a quella di Napoli, che si protratto anche in orario notturno. Il servizio è stato finalizzato a contrastare ogni forma di microcriminalità soprattutto per i reati contro il patrimonio. Il dispositivo, costituito da una cinquantina di carabinieri automotomontati e con il supporto di un elicottero dell’elinucleo di Pontecagnano, ha consentito di sorvegliare il tratto stradale in argomento in entrambi i sensi di marcia, monitorando tutti i veicoli di transito nella zona che collega zone commerciali a quelle culturali del capoluogo di provincia. Ennesimo controllo dei Carabinieri di Caserta volto anche a tutelare la sicurezza di coloro che accedono alla città con finalità turistiche, oltre che a fornire riprova di vicinanza dei Carabinieri alla cittadinanza.

    Nell’ambito di tale attività i militari della Stazione di San Nicola la Strada hanno rintracciato e dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale del Riesame di Napoli nei confronti di Giuseppe Orefice , classe 1977 del luogo. Orefice era già stato tratto in arresto dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta in data 7 aprile 2012 unitamente alla moglie, perché destinatario di un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Napoli su conforme richiesta della locale DDA poiché ritenuto responsabile di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante di aver agevolato il clan Belforte di Marcianise. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Secondigliano.

    I militari dell’Aliquota Radiomobile hanno deferito in stato di libertà per guida senza patente ed inosservanza degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale Reale Davide, classe 87 e Corvino Antonio, classe 77, entrambi di Caserta ed attualmente sottoposti alla sorveglianza speciale. Nel corso del medesimo servizio, durante l’esecuzione di vari posti di controllo in tutta la città ed in particolare nel posto di blocco a doppio senso di marcia sul viale Carlo III, venivano altresì  identificate 204 persone, controllate 106 autovetture, effettuati 9 controlli nei confronti di soggetti sottoposti a misure restrittive e contestate 18 infrazioni al codice della strada.

    PUBBLICATO IL: 25 maggio 2013 ALLE ORE 10:05