Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Ex dipendente delle Ferrovie irrompe con ascia e motosega nella sede della Cisl.


      Residente a Macerata Campania, più di un anno fa è stato licenziato per aver rifiutato un trasferimento dalla sede di Gricignano all’interporto di Marcianise-Madsdaloni. Il ricorso presentato dagli avvocati del sindacato è stato respinto. Di qui, la rabbiosa reazione     Napoli – Pasquale Lettiero, ex dipendente di Trenitalia, licenziato nel novembre 2011, non […]

     

    Nella foto Pasquale Lettiero

    Residente a Macerata Campania, più di un anno fa è stato licenziato per aver rifiutato un trasferimento dalla sede di Gricignano all’interporto di Marcianise-Madsdaloni. Il ricorso presentato dagli avvocati del sindacato è stato respinto. Di qui, la rabbiosa reazione

     

     

    NapoliPasquale Lettiero, ex dipendente di Trenitalia, licenziato nel novembre 2011, non è entrato certo per portare doni a chi si trovava, stamattina, nella sede della Cisl di Napoli.

    L’uomo, originario di Recale, ma residente a Macerata Campania, da più di un anno non trova pace e stamattina si è presentato munito di ascia e motosega davanti alla sede partenopea del sindacato.

    A quanto lui dice, lavorava presso la sede di Gricignano e il licenziamento sarebbe scattato in quanto lui avrebbe rifiutato il trasferimento all’interposrto di Marcianise-Maddaloni. Un rifiuto che Lettiero avrebbe opposto in quanto l’azienda non gli avrebbe riconosciuto 2500 euro di indennità. Da qui il braccio di ferro, il licenziamento e l’esasperazione di stamattina.

    La rabbia contro la Cisl è scoppiata perchè Lettiero ha perso il ricorso contro il licenziamento curato proprio dagli avvocati del sindacato.

    Per la cronaca, Lettiero è stato fermato dai poliziotti.

     

    PUBBLICATO IL: 18 febbraio 2013 ALLE ORE 18:24