Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Evasioni e furti di energia elettrica, raffica di arresti a VILLA LITERNO, CARINOLA e LUSCIANO


      Operazioni eseguite dai carabinieri delle rispettive stazioni  VILLA LITERNO - In località Masseria Casertano, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza di reato, per “furto aggravato di energia elettrica” P.E. 57enne. I militari dell’Arma, unitamente a personale tecnico dell’ Enel, hanno accertato che la donna, titolare di un azienda bufalina, aveva manomesso il […]

     

    Operazioni eseguite dai carabinieri delle rispettive stazioni 

    VILLA LITERNO - In località Masseria Casertano, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza di reato, per “furto aggravato di energia elettrica” P.E. 57enne. I militari dell’Arma, unitamente a personale tecnico dell’ Enel, hanno accertato che la donna, titolare di un azienda bufalina, aveva manomesso il contatore  della suddetta impresa, prelevando in maniera fraudolenta energia elettrica. L’arrestata, pertanto, è stata tradotta presso l’abitazione di residenza in regime di detenzione domiciliare, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

     

    CARINOLA – In via Cristoforo Colombo, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato Rosario Della Rocca, 39enne, del luogo, resosi responsabile del reato di evasione. L’uomo, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari nel comune di Francolise, è stato rintracciato dai militari dell’Arma mentre si aggirava in quel centro, in violazione delle prescrizioni imposte dalla citata misura restrittiva. Pertanto è stato risottoposto agli arresti domiciliari presso proprio domicilio, in attesa della celebrazione del rito direttissimo innanzi all’Autorità Giudiziaria.

     

    LUSCIANO - I Carabinieri della locale stazione, hanno arrestato, in esecuzione dell’ordinanza  di aggravamento della misura cautelare a cui era sottoposto, il pregiudicato Cesario Vassallo, 38enne. Infatti, nel mese di luglio  scorso, i militari dell’Arma lo hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria per le ripetute violazioni alle prescrizioni impostegli. A seguito di tali segnalazioni è stata disposta la sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere.  Pertanto, il Vassallo, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

    PUBBLICATO IL: 22 agosto 2013 ALLE ORE 13:25