Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVISSIMA CASTEL VOLTURNO / Il porto di PINETAMARE – Le credenziali dei Coppola per vincere l’appalto: il Castello che non c’è, la base americana di GRICIGNANO e…


      Intanto sulla Darsena ci sono solo due container che indicano il cantiere per il nuovo scalo. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL VECCHIO BOLLETTINO DELLA REGIONE CONTENENTE LA SCHEDA DEL FUTURO PORTO DELLA PROVINCIA DI CASERTA Castel Volturno – Siamo tornati sulla Darsena del Villaggio Coppola, in quanto dopo l’inaugurazione privata del cantiere porto sono rimasti […]

    Nella foto, i container posizionati sulla Darsena San Bartolomeo

     

    Intanto sulla Darsena ci sono solo due container che indicano il cantiere per il nuovo scalo. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL VECCHIO BOLLETTINO DELLA REGIONE CONTENENTE LA SCHEDA DEL FUTURO PORTO DELLA PROVINCIA DI CASERTA

    Castel Volturno – Siamo tornati sulla Darsena del Villaggio Coppola, in quanto dopo l’inaugurazione privata del cantiere porto sono rimasti due container a presidiare l’intera area su cui dovrebbe sorgere il primo scalo marittimo della provincia di Caserta. Dopo le polemiche dei giorni scorsi pertinenti il discusso e discutibile verbale di sopralluogo effettuato dai funzionari della Regione Campania, oggi pomeriggio, venerdì 22 dicembre, abbiamo deciso di approfondire la vicenda legata al porto dei Coppola, cominciando ad analizzare un punto: come è possibile che dopo un mese dall’inaugurazione di un’opera di 143 milioni di euro, che saranno coperti dalla società Marina di Pinetamare, il primo Natale del nuovo porto è caratterizzato dalla sola presenza di due container sulla Darsena?

    Secondo alcune indiscrezioni raccolte dovevano trascorrere 20 giorni dall’inaugurazione per attivare il cantiere porto di Pinetamare, e guarda caso siamo incappati nelle festività di Natale. Quindi, fino alla prima metà di gennaio 2013, in loco, non si avvierà nulla.

    In base a quanto annunciato da siti di settore, il porto dovrebbe essere realizzato entro 3 anni, a partire dai primi mesi del 2013.

    Nel contempo abbiamo deciso di rivedere e rileggere i vecchi documenti regionali nei quali sono contenute le schede progetto del porto di Pinetamare ed è risibile la data che veniva indicata per l’inizio dei lavori di questo cantiere: autunno 2008.

    Sono trascorsi 4 anni dalla pubblicazione di questo primo bollettino ufficiale di un porto che prevede, inoltre: una lunghezza della diga di sopraflutto: 1000 metri; una lunghezza della diga di sottoflutto: 250 metri, uno specchio d’acqua complessivo di 450.000 metri quadrati, su un area di concessione di 756.500 metri quadrati. All’epoca si paventava anche l’attracco di mega yacht…

    Se osserviamo poi la vecchia cifra riguardante l’investimento che doveva essere garantito per la copertura degli oneri aziendali derivanti dai lavori necessari per realizzare il nuovo porto, ci rendiamo conto, che col passare del tempo, si è passati dagli 85 milioni di euro del 2008 ai 143milioni di oggi.

    Un altro aspetto che non tutti i lettori di Casertace sanno, è che già prima del 2008, il Gruppo Mirabella, del quale fa parte l’attuale società dei Coppola, la Marina di Pinetamare (azienda che dovrebbe realizzare lo scalo), per aggiudicarsi il bando regionale mediante project financing, portò sul tavolo regionale quali credenziali: l’accordo di programma per il risanamento di Castel Volturno (quindi in questa storia rientrano anche i progetti di riqualificazione del Castello e del largo San Castrese, monumenti, ormai, del tutto abbandonati; e della Domiziana), la realizzazione della base Us Naval Site di Gricignano e il piano di riqualificazione dell’ex area Saint Gobain di Caserta.

    Su questo aspetto lasciamo meditare i nostri lettori. Per il momento alleghiamo a questo articolo il primo bollettino sul porto pubblicato dalla Regione Campania.

    Massimiliano Ive

    CLICCA QUI PER LEGGERE IL BOLLETTINO SUL PORTO DELLA REGIONE CAMPANIA

    PUBBLICATO IL: 22 dicembre 2012 ALLE ORE 17:04