Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA / S. MARIA C.V. – Stellato fa passare a Peppe Russo la passione per Renzi. Troianiello l’ambizioso rimane solo in mezzo ai “paccheri”.


      Qui sotto, in calce al nostro articolo, il link linguisticamente suggestivo dell’invito all’assise cittadina del Pd che si terrà domenica 28 ottobre.   S. Maria C.V. – Un congresso cittadino nel bel mezzo della campagna elettorale delle elezioni primarie. Sul piano della logica pura, una vera e prorpia castroneria. Ma siccome i partiti, anche […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Giuseppe Stellato e Troianiello

    Qui sotto, in calce al nostro articolo, il link linguisticamente suggestivo dell’invito all’assise cittadina del Pd che si terrà domenica 28 ottobre.

     

    S. Maria C.V. – Un congresso cittadino nel bel mezzo della campagna elettorale delle elezioni primarie. Sul piano della logica pura, una vera e prorpia castroneria. Ma siccome i partiti, anche quelli che si definiscono seri come il Pd, sono tutti una gigantesca rappresentazione comica, accade anche questo. E così il 28 ottobre, come recita l’invito che pubblichiamo in link nella sua versione integrale, connotato anche da qualche simpatico starfalcione linguistico, annuncia proprio questo appuntamento.

    Mentre noi di Casertace annunciamo che l’asse Carlo Troianiello – Peppe Russo è stato sciolto manu militari da Giuseppe Stellato, che, evidentemente, aveva a disposizione solidi argomenti per far passare al geologo l’infatuazione per la camicia bianca e i pantaloni taglia 46 di Matteo Renzi.

    In realtà, in questa avventura, Peppe Russo era stato trascinato da Troianiello, il quale avendo il cognome che si ritrova, cioè quello di una famiglia di politici accorsata, quello che gli ha dato un padre che ha fatto anche un giro da Presidente della Provincia, sa bene che non potrà mai fare una gran carriera se continuerà a svolgere il ruolo di gregario di Stellato, tanto più che quest’ultimo ha anche pensato bene (bene per se stesso, naturalemnte) di associare alla sua carriera politica quella del figlio Pasquale.

    La reazione contro l’atto di lesa maestà operato da Troianiello, c’è stata. Il congresso del 28 ottobre sarà, dunque, quello della normalizzazione, dato che non si può seriamente pensare, al di la dello scontato rispetto della sua persona, che Umberto Pappadia sia qualcosa in più di un corifeo di Stellato.

    Quella che si prepara per Troianiello è una vera e propria purga. Che Stellato sia seriamente arrabbiato con lui è dimostrato dal fatto che Troianiello non sia stato nemmeno invitato al congresso, al quale, però, dice di voler lo stesso partecipare.

    A occhio e croce, anche la sua poltrona di capogruppo del Pd in Consiglio Comunale vacilla paurosamente.

    Gianluigi Guarino

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE L’INVITO

     

     

    PUBBLICATO IL: 25 ottobre 2012 ALLE ORE 21:25