Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / S. Maria C.V. – Il piano di Peppe Greco per mettere il suo “socio” a capo dell’Urbanistica a Caserta. E i Di Muro hanno il successore: l’architetto Vitiello


      Un reticolato impressionante, vertiginoso, di interessi, in cui si incrociano sempre gli stessi nomi: Mazzotti di qua e di là, Biondi di qua e di là. Ma questa è la politica di Caserta e di Santa Maria Capua Vetere Santa Maria Capua Vetere / Caserta – Non avevamo dubbi: il super assessore di Caserta, Peppe […]

    Nelle foto, da sinistra, Luigi Di Muro, Franco Biondi e Peppe Greco

     

    Un reticolato impressionante, vertiginoso, di interessi, in cui si incrociano sempre gli stessi nomi: Mazzotti di qua e di là, Biondi di qua e di là. Ma questa è la politica di Caserta e di Santa Maria Capua Vetere

    Santa Maria Capua Vetere / Caserta – Non avevamo dubbi: il super assessore di Caserta, Peppe Greco, una volta o l’altra ci avrebbe tentato: avrebbe tentato di ricostituire, con i poteri pubblici di due funzioni autorevolissime, quello che è un connubio di ferro negli affari del mattone casertano e non solo casertano.

    Alzi la mano se qualcuno può negare che Peppe Greco, assessore all’Urbanistica di Caserta e Franco Biondi, oggi, dirigente del commercio nel comune capoluogo, e dei settori urbanistica e lavori pubblici al comune di Santa Maria Capua Vetere, non siano collegati da un vero e proprio cordone ombelicale nei loro affari professionali. Certo, studierebbero una soluzione per non far risultare formalmente quello che diventerebbe un imbarazzante conflitto di interesse, ma è chiaro che l’obiettivo di Greco è di far diventare Biondi dirigente all’Urbanistica al Comune di Caserta.

    Questo è solo questo indurrebbe il medesimo a lasciare la sua carica, rinnovata di tre mesi in tre mesi, al Comune di Santa Maria Capua Vetere.

    Per il momento, però, Biondi è destinato a dover aspettare ancora un poco. Almeno fino a quando Maurizio Mazzotti, ex capo Utc a Santa Maria Capua Vetere e oggi, in un incrocio farraginoso di persone e di poteri, che sono sempre gli stessi, a capo dell’Utc a Caserta, non andrà in pensione.

    Questo non accadrà in tempi lunghi, ma fino ad allora, Biondi dovrà accontentarsi di quello di cui non si è mai accontentato: esercitare la funzione, per lui irrilevante, di dirigente del commercio al Comune di Caserta. E’ possibile che gli tocchi questo perchè, i germani Di Muro, cioè il sindaco Biagio, soprattutto il fratello Luigi, pare che si siano risolti a sostituire Biondi alla prossima scadenza di contratto.

    Si fa già un nome per il successore: quello dell’architetto casapullese Vitiello, oggi assessore della chiacchieratissima giunta Bosco, ma, soprattutto, saldamente in amicizia con Luigi Di Muro.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 29 ottobre 2012 ALLE ORE 13:59