Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / S. Maria C.V. – Funziona il lodo Leone: Icaro e i Giannetti fanno pace e, questi intascano 13mila euro in una sola settimana


      Ieri abbiamo dato la notizia del grande dispiegamento di forze della Social Service Sammaritana nei giorni topici della commemorazione Santa Maria Capua Vetere - A volte da un articolo colorato, solo un pò bricconcello escono fuori storie e verità molto importanti su questioni delicatissime. Ieri, mercoledì abbiamo scritto del gran dispiegamento di forze, di […]

    Nelle foto, da sinistra, Nicola Leone, le strisce blu e Gabriele Capitelli

     

    Ieri abbiamo dato la notizia del grande dispiegamento di forze della Social Service Sammaritana nei giorni topici della commemorazione

    Santa Maria Capua Vetere - A volte da un articolo colorato, solo un pò bricconcello escono fuori storie e verità molto importanti su questioni delicatissime.

    Ieri, mercoledì abbiamo scritto del gran dispiegamento di forze, di uomini e mezzi della Social Service sammaritana, la cooperativa targata Massimo e Gerardo Giannetti. In quell’articolo c’era anche scritto che l’esercizio del parcheggio del cimitero nella settimana forte, che culmina con la ricorrenza della commemorazione dei defunti era frutto di un affidamento formale e diretto da parte dell’amministrazione comunale, la quale non ha avuto nessun problema di scelta, dato che la cooperativa targata Giannetti è stata l’unica a rispondere al bando.

    Una novità assoluta, quasi clamorosa, dato che per la prima volta dopo diversi anni, la cooperativa Icaro ha scelto di rinunciare a questa lauta gestione che in una sola settimana permette di incassare a chi se l’aggiudica tra i 12mila e i 13mila euro.

    E allora, tutti a chiedersi il perchè di questa decisione. Dobbiamo riavvolgere il nastro della storia di qualche settimana, ritornando ai giorni in cui Casertace scriveva di tensioni e di frizioni tra il gruppo Icaro, a cui è ascrivibile anche la San Paolo e, il gruppo Giannetti.

    Con grande saggezza, con la sagacia che gli è propria, capitalizzando le sue conoscenze di taluni mondi complessi della città di Santa Maria Capua Vetere, il consigliere comunale, Nicola Leone, un’autentica eccellenza nel settore della mobilità cittadina, che pianifica e controlla da anni, si è messo doverosamente a mediare e questa mediazione, stando a quello che è capitato, per l’appalto del parcheggio del cimitero, è perfettamente riuscita. Una sorta di pax leoniana, “un lodo Leone”, che dovrebbe portare ad una divisione, in parti più o meno uguali della torta dei parcheggi a Santa Maria Capua Vetere.

    Qualche cattivone che ancora si illude che esistano delle giuste rivendicazioni sindacali, che esiste una centralità del lavoratore rispetto a logiche di carattere politico e quant’altro, parla senza mezzi termini di lottizzazione.

    Non è così, si tratta della pace tra Icaro e la famiglia Giannetti, che non a caso si è molto spesa perchè più operai possibili delle cooperative dei parcheggi, abbandonassero il fronte della polemica e della rivendicazione durante l’ultimo consiglio comunale.

    Il lodo Leone sarebbe già molto avanti e si parla di alcuni spazi della città già finiti in una sorta di previsione di aggiudicazione. Ad esempio la zona Luserta, nei pressi del tribunale, aggiungo io autorevolmente,  diventerebbe terreno di attività della coop dei Giannetti, unitamente al parcheggio interrato di piazza Mazzini.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 1 novembre 2012 ALLE ORE 17:44