Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / S. Maria C.V. – Follie sammaritane: Stellato vuol fare il congresso cittadino in piena campagna elettorale per le primarie. Guerra con Monaco, Russo e Troianiello


      Nel nostro articolo ci limitiamo a raccontare quello che è capitato ieri sera, giovedì. Ma ado occhio e croce, applicando un mimino di buon senso, una roba del genere il partito provinciale non potrà mai autorizzarla Santa Maria Capua Vetere – Solo la storia deciderà se la mossa fatta da Giuseppe Stellato per parare il […]

    Nelle foto, da sinistra Carlo Troianiello, Enrico Monaco, Giuseppe Stellato

     

    Nel nostro articolo ci limitiamo a raccontare quello che è capitato ieri sera, giovedì. Ma ado occhio e croce, applicando un mimino di buon senso, una roba del genere il partito provinciale non potrà mai autorizzarla

    Santa Maria Capua Vetere – Solo la storia deciderà se la mossa fatta da Giuseppe Stellato per parare il colpo dell’impegno assunto dai due consiglieri comunali Troianiello e Peppe Russo a favore di Matteo Renzi avrà sortito l’effetto di riconsolidare la leadership assoluta dell’avvocato nel Pd sammaritano.

    Ieri sera, giovedì, Stellato ha indetto una riunione nella quale, con una mossa a sorpresa, ha stabilito la data del prossimo congresso cittadino: domenica 28 ottobre, poco meno di un mese prima dell’appuntamento delle elezioni primarie.

    Stellato sa di aver il controllo della maggior parte delle tessere e vuole gestire le primarie avendo la titolarità piena del partito. La sua non è un’operazione distensiva, ma una contro-ostilità di fronte al guanto di sfida lanciatogli da Russo e Troianiello.

    Ritiene che possa essere vantaggioso per lui legittimarsi dando significato politico alle tessere sottoscritte, dando anche l’idea che quelle tessere sottoscritte riassumano complessivamente tutta la realtà del Pd sammaritano.

    Se questo è vero, si scoprirà poi, alle elezioni primarie, quando a votare non saranno certo solo i tesserati. Per il momento Stellato ha forzato il gioco e si appresta a mettere un suo uomo alla segreteria cittadina. L’uomo in questione è il solito Umberto Pappadia, mentre alla presidenza della sezione dovrebbe essere eletto Pier Paolo Alabiso, parente dell’altro Alabiso, il noto imprenditore, amico di Di Muro e ricettore di decine e decine di migliaia di euro in incarichi.

    Di fronte alla determinazione di Stellato, hanno provato ad opporre resistenza, durante la riunione di ieri sera Russo, Troianiello ed anche Enrico Monaco, i quali hanno fatto questo ragionamento: come mai fino ad ora, quando c’era il tempo per farlo, il congresso cittadino non è stato convocato e lo si vuol celebrare, invece nel pieno della campagna elettorale per le primarie?

    Giuseppe Stellato, che è avvocato di stirpe indoeuropea e non di Common Law, conosce, però bene il contraddittorio nel processo americano. Per qualche secondo, si è sentito, lui che di mestiere vorrebbe fare il defense lawyer “Vostro Onore” e ha rifilato ai tre un sollenne: “Obiezione respinta”.

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 19 ottobre 2012 ALLE ORE 19:22