Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA / S. MARIA C.V. – Blitz dei carabinieri nel mega cantiere di Capitelli. Ma i lavori oggi continuano.


      E’ l’unico attivato delle 5 controverse conferenze dei servizi, che portarono alla caduta dell’amministrazione-Giudicianni. Dentro a questa vicenda risiedono i ponderosi interessi di Luigi Di Muro, fratello del sindaco.  S. Maria C.V. – Ti dicono che i carabinieri sono andati a visitare un cantiere, invitando gli operai ed i responsabili a interrompere i lavori. […]

     

    Nella foto, di stamattina, martedì, il cantiere di Capitelli. Si intravede enorme movimento di terra e molti mezzi in funzione.

    E’ l’unico attivato delle 5 controverse conferenze dei servizi, che portarono alla caduta dell’amministrazione-Giudicianni. Dentro a questa vicenda risiedono i ponderosi interessi di Luigi Di Muro, fratello del sindaco. 

    S. Maria C.V. – Ti dicono che i carabinieri sono andati a visitare un cantiere, invitando gli operai ed i responsabili a interrompere i lavori. Vai a controllare perchè il cantiere in questione non è un cantiere qualsiasi, ma quello frutto di una delle 5 conferenze dei servizi, su cui cadde l’amministrazione comunale di Giancarlo Giudicianni.

    Vai a controllare perchè questo è l’ennesimo cantiere fatto partire in deroga a un piano regolatore, a delle regole urbanistiche che a S. Maria C.V. farebbero molto meglio ad abolire, compiendo una secessione autoritaria rispetto alle leggi regionali e quelle nazionali.

    Perchè, che ci sta a fare un piano regolatore, se poi ognuno nei terreni di propria proprietà fa i cavoli suoi, come è successo in passato per la concessionaria Capitelli di via Galatina, edificata in zona agricola, grazie alla milionesima deroga del Prg vigente; come sta succedendo ora, proprio al lato della stessa concessionaria, dove, per effetto di quella conferenza dei servizi e per effetto di una concessione data dal solito Franco Biondi, sono state già sollevate tonnellate e tonnellate di terra, come si intravede nella fotografia che pubblichiamo sopra.

    La Procura della Repubblica di S. Maria C.V. pare che si stia occupando della questione, di quest’unico cantiere partito dei 5 agevolati dalle conferenze dei servizi, licenziate dal consiglio comunale all’inizio dell’amministrazione Di Muro. Di qui la visita dei carabinieri.

    Noi, stamattina, martedì, ci aspettavamo un fermo dei lavori, e invece abbiamo verificato che il cantiere è aperto e che diversi operai manovrano betoniere e ad altri mezzi.

    Nella foto, l’architetto Luigi Di Muro

    Lo scenario della vicenda è noto ai lettori di Casertace. Nell’affare, perchè, senza offesa per nessuno, di affare si tratta, dell’allargamento delle attività imprenditoriali del noto concessionario sammaritano, presente, in pratica, direttamente in consiglio comunale, c’entrano gli interessi professionali, e dunque economici, di Luigi Di Muro, architetto, e fratello del sindaco Biagio Di Muro. Di quel Luigi Di Muro che non è solamente architetto di costruzioni e manufatti, ma anche architetto di operazioni politiche. Fummo, infatti, testimoni diretti della raccolta delle firme, attraverso cui l’amministrazione Giudicianni fu spedita a casa, manco a dirlo, subito dopo aver bloccato le conferenze dei servizi e, manco a dirlo, utilizzando lo studio del notaio Decimo, vicinissimo e amico di Biagio e Luigi Di Muro.

    Staremo a vedere.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 27 novembre 2012 ALLE ORE 13:01