Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / S. Maria C.V. – Biondi non lascia, non raddoppia, ma triplica: altro incarico. Obiettivo i 460 appartamenti


    L’amministrazione comunale non si fa impressionare dalle inchieste giudiziarie, anche relative alla casa dell’avvocato Santonastaso. Nei giorni scorsi ha chiesto formalmente al Comune di Caserta ad autorizzarlo ad accettare un nuovo contratto a termine nella città del Foro. Santa Maria Capua Vetere – Figuriamoci se l’amministrazione comunale di Santa Maria si fa impressionare da qualche […]

    Nelle foto, l’avvocato Santonastaso, Franco Biondi, Biagio Di Muro

    L’amministrazione comunale non si fa impressionare dalle inchieste giudiziarie, anche relative alla casa dell’avvocato Santonastaso. Nei giorni scorsi ha chiesto formalmente al Comune di Caserta ad autorizzarlo ad accettare un nuovo contratto a termine nella città del Foro.

    Santa Maria Capua Vetere Figuriamoci se l’amministrazione comunale di Santa Maria si fa impressionare da qualche rinvio a giudizio o da qualche avviso di garanzia, che, ultimamente, ha attentato alla tranquillità del suo dirigente dell’Utc Franco Biondi, di cui i giornali locali, ultimamente, hanno parlato anche in relazione ad una vicenda legata alla casa dell’avvocato Michele Santonastaso, arrestato e processato per camorra.

    Non si fanno impressionare e, parafrasando la mitica trasmissione proto-televisiva di Mike Bongiorno, non lasciano e non raddoppiano neppure: triplicano! Perché la notizia di questi giorni è che Franco Biondi ha chiesto formalmente, al Comune di Caserta, di cui è dipendente, di potersi ancora dividere tra l’incarico stabile nel capoluogo di dirigente dell’area commercio e l’incarico a termine -ma quale termine!- della città del Foro. Il contratto di Biondi è in scadenza il prossimo 31 dicembre e verrà rinnovato per altri tre o quattro mesi. Evidentemente la storia dei 460 appartamenti dell’Ex tabacchificio è un conto aperto che Biondi e l’amministrazione sammaritana, vogliono fortissimamente chiudere.

    g.g.

    PUBBLICATO IL: 22 dicembre 2012 ALLE ORE 17:23