Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / PROFUMERIE GOCCIA, fallimento devastante. Dipendenti disperati: "In mezzo alla strada senza lavoro, stipendi arretrati e Tfr"


    Si tratta di una delle attività commerciali più note della città. Cartelli cubitali campeggiano dietro alle vetrine, mentre l’attività di via Ruggiero è già stata cancellata da un’altra. Coincidenza: di fronte è nata un’altra profumeria. Occhio alla vendita fallimentare CASERTA – Un fallimento disastroso che ha lasciato a terra decine di famiglie di Caserta. E […]

    Nella foto, l’esercizio di via Alois

    Si tratta di una delle attività commerciali più note della città. Cartelli cubitali campeggiano dietro alle vetrine, mentre l’attività di via Ruggiero è già stata cancellata da un’altra. Coincidenza: di fronte è nata un’altra profumeria. Occhio alla vendita fallimentare

    CASERTA – Un fallimento disastroso che ha lasciato a terra decine di famiglie di Caserta. E oggi monta la rabbia dei dipendenti delle profumerie Goccia e Fiorans, che, scrivono in una lettera accorata a Casertace dall’oggi al domani si sono ritrovati licenziati ed in mezzo alla strada, loro che, per la maggior parte hanno famiglia con figli piccoli e moglie senza lavoro.

    Le due società, facenti capo ad una sola famiglia hanno fatto partire le lettere di licenziamento e, sempre stando alla denuncia dei dipendenti, questi ultimi sarebbero stati privati, alcuni di due stipendi, altri di 3 e altri ancora di 4 o 5.

    Il manifesto affisso dietro alle vetrine del negozio di via Torretta

    Oggi, come ci indicano le foto, scattate stamattina, dietro alle vetrine dei negozi di Goccia, quello principale di via Torretta, e quello di via Alois, campeggiano i cartelli cubitali che indicano la chiusura per fallimento.

    L’altro punto vendita della città, di Goccia, quello di via Ruggiero, i negozi sono stati già sostituiti da altri, mentre, coincidenza vuole che proprio di fronte abbia aperto un’altra profumeria griffata Sphera.

    Vista l’importanza di un marchio, divenuto un punto di riferimento della vendita di cosmetici della città capoluogo, molta attenzione sarà giusto indirizzare alla fase di vendita fallimentare affinché questa non diventi una svendita in cui possa essere data la possibilità a qualcuno uscito dalla porta di rientrare dalla finestra.

    I lavoratori di Goccia preannunciano altre iniziative. Si dichiarano esasperati. La maggior parte di loro ha più di 40 anni e si è ritrovata in mezzo alla strada senza lavoro, stipendio e Tfr.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 3 gennaio 2013 ALLE ORE 13:14