Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva ore 21.34 / Il consiglio comunale di MONDRAGONE – Landolfi salva Marquez (per il momento). Mozione della minoranza respinta grazie a Piazza e Mascolo


      Live dall’Assise comunale della cittadina rivierasca. Tutte le dichiarazioni di voto dei consiglieri comunali Mondragone – Il presidente del Consiglio, Pasquale Marquez, è entrato nella “tana delle tigri”, pardon nella sala consiliare del Comune di Mondragone, dove da poco più di 20 minuti (sono le 21 mentre scriviamo) è in atto il dibattito sulla mozione […]

     

    Nelle foto, da sinistra, il gruppo consiliare del Pdl e il presidente del Consiglio Pasquale Marquez

    Live dall’Assise comunale della cittadina rivierasca. Tutte le dichiarazioni di voto dei consiglieri comunali

    Mondragone – Il presidente del Consiglio, Pasquale Marquez, è entrato nella “tana delle tigri”, pardon nella sala consiliare del Comune di Mondragone, dove da poco più di 20 minuti (sono le 21 mentre scriviamo) è in atto il dibattito sulla mozione di sfiducia firmata dai consiglieri di opposizione: Achille Cennami, Mario Fusco, Camillo Federico, Francesco Supino, Alessandro Pagliaro, Emiliano Martucci; più il consigliere del Nuovo Psi, Agostino Napolitano, proprio nei confronti della seconda carica istituzionale del Consiglio comunale.

    Non si registrano per il momento defezioni, “diserzioni” e assenze nella pubblica assise. Tra i primi ad intervenire è stato il capogruppo Udc, Camillo Federico:  “La mozione di sfiducia ha una valenza politica e non personale….ringrazio Gerardo Napolitano che sottoscrivendo la mozione di sfiducia e ha consentito il raggiungimento del numero legale minimo per la trattazione e la discussione della mozione che vuole denunciare la mortificazione del consiglio comunale per una oggettiva incapacità gestionale delle chiare norme regolamentari che sono alla base della gestione dell’Assise“.

    Poi è stata la volta del consigliere Giuseppe Iandico che si è limitato a leggere un documento attestante la piena solidarietà a Marquez.

    Subito dopo la solidarietà espressa da Iandico, il PD mediante il consigliere Francesco Supino ha  lamentato, invece, le disfunzioni nel funzionamento del consiglio verificatesi nelle ultime sedute. Nel contempo l’ecografo mondragonese al centro delle polemiche sui centri diagnostici, ha  invitato Marquez a rendersi libero da condizionamenti di parte e a comprendere che egli rappresenta un organo super partes, non dimenticandosi di attaccare,poi, il sindaco Schiappa, proprio sulla presa di posizione dell’onorevole D’Anna sul caso delle modifiche al Prg.

    Mario Fusco di Idv, invece, prendendo la parola ha valutato positivamente l’azione delle minoranze che  si sono mobilitate per denunciare “L’inaccettabile gestione del consiglio comunale“. Per Fusco, inoltre è stato avvilente constatare che la mozione di sfiducia a Marquez sia stata posta all’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale proposto dal presidente del Consesso, nell’arco di una settimana. “Cio’ e’ sintomo di partigianeria“.

    Alla fine del tour de force degli interventi politici, il consigliere landolfiano Giuseppe Piazza ha confermato, il suo sostegno a Marquez, non risparmiando alcune critiche: “se eventuali errori sono stati commessi da Marquez cio’ e’ dipeso dall’inesperienza…con l’esperienza il Presidente migliorerà“.

     Lo stesso Piazza ha ricordato poi, che l’elezione di Marquez e’ stata votata anche dalle minoranze (solo Napolitano voto’ contro)
     Al sostegno di Piazza è seguito anche quello di Luigi Mascolo, che ha giudicato la mozione della minoranza pretestuosa.
    Marquez, quindi si salva e potrà continuare a svolgere le sue funzioni in Consiglio.
    Massimiliano Ive

    PUBBLICATO IL: 14 novembre 2012 ALLE ORE 21:40