Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA ORE 16.20 S. MARIA C.V. – L’ex consigliere comunale Franco Cecere condannato a soli 4 anni e 2 mesi. Esclusa l’aggravante del metodo camorristico


      Per l’esponente politico, difeso dall’avvocato Raffaele Gaetano Crisileo, l’accusa aveva chiesto una condanna a 14 anni di carcere. Ora si ricorrerà in Appello   SANTA MARIA CAPUA VETERE - Qualche minuto fa, (sono le 16.09 mentre scriviamo) in un’aula gremita, dopo una lunga camera di consiglio ( circa quattro ore) il presidente della seconda […]

    Nelle foto, a sinistra, Franco Cecere

     

    Per l’esponente politico, difeso dall’avvocato Raffaele Gaetano Crisileo, l’accusa aveva chiesto una condanna a 14 anni di carcere. Ora si ricorrerà in Appello

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE - Qualche minuto fa, (sono le 16.09 mentre scriviamo) in un’aula gremita, dopo una lunga camera di consiglio ( circa quattro ore) il presidente della seconda sezione penale, del tribunale di Santa aria Capua Vetere, il dott. Luigi Picardi ha letto il dispositivo di sentenza nei confronti dell’ex consigliere comunale Francesco Cecere : “ condannato  a 4 anni e 2 mesi  di carcere: esclusa l’aggravante del metodo camorristico”.

    Nei giorni scorsi il pubblico ministero della Direzione Distrettuale Antimafia, il dott. Maurizio Giordano, dopo una lunga e meticolosa requisitoria, aveva chiesto ben 14 anni di carcere per l’ex politico sammaritano.

    Subito dopo la sentenza, l’avvocato difensore di Cecere, Raffaele Gaetano Crisileo ha commentato così la decisione assunta dal consiglio giudicante della seconda sezione. “E’ il primo passo, questo verso la completa liberazione di Franco Cecere. Ora dobbiamo aspettare la motivazione della sentenza, che rispettiamo, al fine di interporre Appello. La restante parte della battaglia giudiziaria fatta di cavilli tecnici la condurremo dinanzi alla Corte di Appello di Napoli dove chiederemo e sosterremo l’assoluzione di Franco Cecere. L’importante, adesso, per noi,  è che il Tribunale sammaritano ha riconosciuto – in sintonia con la nostra discussione di ieri e con la nostra tesi difensiva – ha sottolineato l’avvocato Crisileo - che i collaboratori di giustizia che accusano Cecere non sono credibili e che  l’ex politico sammaritano non è un camorrista, non appartiene a nessun clan camorristico e non ha mai intimidito nessuno. Così si spiega – conclude l’avvocato difensore di Cecere – l’esclusione dell’art. 7 , nel dispositivo di sentenza or ora emesso”. Per la cronaca ad accusare Cecere Francesco di usura sono stati diverse persone,  parti offese, nonché diversi collaboratori di giustizia, come Antonio Barracano, l’ex capo clan Salvatore Amato,a nche lui collaboratore di giustizia Michele Froncillo, Pasquale ed Angelo D’Onofrio ed altri.

    PUBBLICATO IL: 2 luglio 2013 ALLE ORE 16:27