Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / MONDRAGONE – Tenta di ammazzare il fratello e un poliziotto, dopo 4 mesi di carece Granato “consegnato” alla sorella


      La decisione presa dai giudici della VI sezione collegiale del Tribunale di Napoli su istanza degli avvocati Raimondo e Lavanga MONDRAGONE - Lo scorso 28 novembre si svolse, come ricordano i lettori di Casertace,  la prima udienza del processo a carico di Armando Granato, di Mondragone, per il reato di tentato duplice omicidio ai danni […]

     

    La decisione presa dai giudici della VI sezione collegiale del Tribunale di Napoli su istanza degli avvocati Raimondo e Lavanga

    MONDRAGONE - Lo scorso 28 novembre si svolse, come ricordano i lettori di Casertace,  la prima udienza del processo a carico di Armando Granato, di Mondragone, per il reato di tentato duplice omicidio ai danni del fratello Mario Granato e di un agente della Polizia di Stato.

    I fatti accaduti lo scorso 18 agosto 2012 a Napoli e più precisamente in vico Sopramuro AGP, hanno visto protagonista l’imputato del delitto presso l’abitazione del fratello per cause legate a questioni ereditarie.

    A Grantato sono stati concessi, l’altro ieri, gli arresti domiciliari grazie ad un’istanza proposta dai suoi difensori, gli avvocati Paolo Raimondo e Giovanni Lavanga. Quindi per l’imputato i giudici della VI sezione collegiale del Tribunale di Napoli hanno disposto il trasferimento presso il domicilio della sorella a Mondragone, dove attenderà la prossima udienza dibattimentale che si terrà il 30 gennaio 2013. Granato, ricordiamo, era rinchiuso dallo scorso agosto presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

    PUBBLICATO IL: 15 dicembre 2012 ALLE ORE 15:51