Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MONDRAGONE – Estorsione ad un assicuratore con pistola “pronta a sparare”, Sciaudone e Verde restano in carcere. Escluso, però, l’aggravante dal metodo mafioso


      La decisione assunta dal giudice Campanaro nei confronti degli assistiti degli avvocati Giovanni Zannini e Luigi Iannettone al termine dell’interrogatorio di garanzia. Verde si difende: scagiona il complice e accusa l’assicuratore di non essere stato rispettoso del contratto.   MONDRAGONE – Sono stati fermati dagli uomini dell’Arma dei Carabinieri, appena 24 ore fa, con l’accusa […]

     

    La decisione assunta dal giudice Campanaro nei confronti degli assistiti degli avvocati Giovanni Zannini e Luigi Iannettone al termine dell’interrogatorio di garanzia. Verde si difende: scagiona il complice e accusa l’assicuratore di non essere stato rispettoso del contratto.

     

    MONDRAGONE – Sono stati fermati dagli uomini dell’Arma dei Carabinieri, appena 24 ore fa, con l’accusa di tentata estorsione con l’uso di una pistola risultata carica nei confronti di un assicuratore di Mondragone. (CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO). Stamane, venerdì si sono tenuti gli interrogatori di garanzia a carico di Antimo Verde, difeso dall’avvocato Giovanni Zannini e Antonio Sciaudone  difeso dall’avvocato Luigi Iannettone.

    Davanti al giudice Campanaro, Antimo Verde avrebbe precisato di non aver estorto nessuna somma all’assicuratore, replicando all’accusa, prima scagionando il presunto complice e poi accusando l’assicuratore di non aver rispettato il contratto assicurativo stipulato per garantire un veicolo…

    Da qui – secondo quanto ha acclarato Verde –  la lite-contenzioso tra le parti. L’indagato, in aula avrebbe precisato, anche, che Sciaudone in questa storia non c’entrava nulla, in quanto lo aveva soltanto accompagnato.

    Alla fine dell’interrogatorio, il giudice Campanaro ha deciso di convalidare gli arresti per entrambi, ma esclusdendo l’aggravante del metodo mafioso. Pertanto sia Verde, che Sciaudone resteranno in carcere.

    M.I.

    PUBBLICATO IL: 10 gennaio 2014 ALLE ORE 19:33