Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MARCIANISE – Il dirigente Piccolo ferma i lavori nel palazzo di Tommaso Colella. Caos per l’Istituto Magistrale. Si profilano i doppi turni


      Un’altra storia stramba, in cui la politica e le relazioni tra questa e le burocrazie amministrative si traduce in una solenne fregatura per gli studenti e le loro famiglie MARCIANISE – Una storia confusa, intricata e anche intrigata, connotata da decisioni discutibili, da non decisioni inquietanti. Il tutto si risolverà in una solenne fregatura a […]

     

    Un’altra storia stramba, in cui la politica e le relazioni tra questa e le burocrazie amministrative si traduce in una solenne fregatura per gli studenti e le loro famiglie

    MARCIANISE – Una storia confusa, intricata e anche intrigata, connotata da decisioni discutibili, da non decisioni inquietanti. Il tutto si risolverà in una solenne fregatura a carico degli studenti dell’istituto magistrale e delle loro famiglie. I lettori di Casertace già conoscono, in linea di massima, questa storia, di cui è protagonista Tommaso Colella imprenditore marcianisano titolare del Cocos Park, locale nelle cui vicinanze, proprio di fronte alla piscina comunale, si erge un palazzo di tre piani, di proprietà dello stesso Colella.

    Grazie, probabilmente anche al buon rapporto che ha con il presidente della Provincia, pure lui, come noto, marcianisano, Domenico Zinzi, il Colella è riuscito a ottenere il titolo per ospitare parte degli studenti dell’Istituto Magistrale. Fino ad un mese fa sembrava cosa fatta, per effetto di una Dia che Colella aveva presentato dopo che per 90 giorni il Comune e il dirigente Piccolo si erano distratti non dando alcun riscontro alla sua domanda di cambio destinazione d’uso dello stabile, abilitato a ospitare palestre e non scuole.

    In forza di quella Dia, Tommaso Colella ha iniziato i lavori per la costruzione di una scala e di altre opere.

    Lunedì scorso, 9 settembre, lo stesso dirigente Piccolo che si era distratto e a cui è rimasta la delega superstite ai Lavori Pubblici e all’Edilizia Privata, dopo la purga del commissario che gli ha tolto altre competenze importanti (sulla questione pende un ricorso dello stesso Piccolo presso il giudice del lavoro), dicevamo lo stesso dirigente ha ordinato la sospensione dei lavori.

    Pare che ci siano problemi di agibilità, relativamente ai placet dei vigili del Fuoco, ma su questa cosa non c’è una sicurezza matematica relativa ai motivi.

    Risultato: avendo la politica voluto propiziare il trasferimento di parte dell’Istituto Magistrale in questo palazzo, ora che il palazzo in questione, alla vigilia dell’anno scolastico, non è abilitato ad accogliere gli studenti, questi dovranno sottoporsi, con ogni probabilità al grave disagio dei doppi turni.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 12 settembre 2013 ALLE ORE 18:19