Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva LE FOTO / Violenza a Caserta, a Coppola City. Operaio di Progetto Industrie aggredito e ferito da uno “sgherro” della Mirabella


      Incredibile spedizione punitiva dentro ad uno degli uffici dell’area ex Saint Gobain, in cui era attivo un presidio dei dipendenti dell’azienda non pagati da 7 mesi. Sul posto agenti della Questura e della polizia scientifica Caserta - Cronache da Coppola City. Cronache di violenza, di disperazione, del cinismo del peggior capitalismo, purtroppo dell’unico capitalismo […]

    Nelle foto, il luogo dell’aggressione presidiato dalla polizia. La freccia indica il rotolo di carta insanguinata utilizzato per i primi soccorsi all’operaio aggredito e ferito. Foto Max Ive

     

    Incredibile spedizione punitiva dentro ad uno degli uffici dell’area ex Saint Gobain, in cui era attivo un presidio dei dipendenti dell’azienda non pagati da 7 mesi. Sul posto agenti della Questura e della polizia scientifica

    Caserta - Cronache da Coppola City. Cronache di violenza, di disperazione, del cinismo del peggior capitalismo, purtroppo dell’unico capitalismo che questa terra ha saputo esprimere. La violenza è quella che si è consumata stamattina, mercoledì, verso le 10 ai danni di un operaio della Progetto Industrie, l’azienda della famiglia Coppola, che da 7 mesi sono senza stipendio.

    Il fatto si è verificato all’interno di uno dei molti uffici dell’area ex Saint Gobain. Precisamente in un ufficio che i Coppola stanno preparando per fittarlo all’Enel. Un’area che gli operai di Progetto Industrie avevano scelto come uno dei presidi della loro protesta. E’ stato un attimo, un ingegnere e un geometra della Progetto Industrie sono entrati. Con loro c’erano 4 operai della Mirabella, l’azienda madre del gruppo.

    I dimostranti hanno chiesto con cortesia di poter mantenere il loro presidio, dato che non è che si erano svegliati stamattina per far dispetti ai Coppola, ma semplicemente sono arrabbiati, perché i Coppola li hanno ridotti letteralmente alla fame. Ne è nata una discussione e uno dei 4 operai della Mirabella, pare che abbia impugnato un bastone e abbia colpito A.S., mandandolo in ospedale. Sul posto è arrivata immediatamente una volante della Questura di Caserta, che ha recuperato un coltello caduto a terra durante la colluttazione.

    Ora, sono le 11.10 e stanno per arrivare anche gli operatori della polizia scientifica per i rilievi del caso.

    Ma c’è un dato, che per quel che possibile, è ancora più inquietante dell’atto di violenza in sé. L’operaio della Mirabella che avrebbe colpito quello di Progetto Industrie, non era formalmente in servizio, dato che il suo turno doveva cominciare dopo le 13 presso i parcheggi degli uffici. Dunque, perchè è entrato lì? Chi l’ha chiamato a svolgere mansioni fuori dal suo orario e soprattutto fuori dalle sue competenze, dato che lui non si occupa di manutenzioni alle strutture.

    L’uomo, tra le altre cose, dopo l’aggressione, si è subito allontanato, ma a quanto pare è stato identificato dalla polizia.

    Fin qui il racconto del fatto di cronaca. In un altro articolo, che pubblicheremo tra pochi minuti, ci soffermeremo sulla proteste e su una vertenza, quella dei 28 dipendenti di Progetto Industrie Srl, disperatamente senza stipendio da 7 mesi.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 21 novembre 2012 ALLE ORE 13:50