Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA/ LA MAMMA DI EMANUELE: “Con quelle dichiarazioni, l’assassino di mio figlio me l’ha ammazzato un’altra volta”


          Amalia Iorio ha rilasciato una dichiarazione esclusiva a Casertace, subito dopo i funerali del figlio. “Perchè ha detto agli inquirenti, durante il suo fermo, di non ricordare nulla e poi in udienza ha tentato di accusare Emanuele?”.     di Massimiliano Ive SAN CIPRIANO D’AVERSA – I funerali di Emanuele Di Caterino, il […]

     

     

    Nelle foto, Emanuele Di Caterino e la bara bianca portata a spalla

     

    Amalia Iorio ha rilasciato una dichiarazione esclusiva a Casertace, subito dopo i funerali del figlio. “Perchè ha detto agli inquirenti, durante il suo fermo, di non ricordare nulla e poi in udienza ha tentato di accusare Emanuele?”.

     

     

    di Massimiliano Ive

    SAN CIPRIANO D’AVERSA – I funerali di Emanuele Di Caterino, il 15enne di San Cipriano d’Aversa, assassinato ad Aversa nella notte di domenica scorsa, alle spalle del bar le Bistrot, si sono appena conclusi. Al di là delle lacrime versate dalla mamma di Emanuele per il figlio che non c’è più, la signora Amalia Iorio ha pianto oggi, giovedì, anche per le esternazioni rese da Agostino V., il 17enne di San Marcellino, accusato di omicidio volontario. L’omicida, infatti ha tentato di difendersi accusando i suoi aggressori. Ieri, mercoledì, durante l’interrogatorio per la convalida degli arresti ha ribadito che il coltello non era suo.

    Ha ammazzato mio figlio una seconda volta con le sue dichiarazioni rese al Gip, che per me sono prive di ogni fondamento e pronunciate solo per difendersi dal verdetto dei giudici” – Così ha esternato la madre di Emanuele a Casertace. La donna mediante il legale di fiducia della famiglia Di Caterino, Nando Letizia, ha poi aggiunto: “Io confido nella giustizia e credo che la giustizia farà il suo corso. Agostino – rincara la donna - invece, di invocare perdono ha deciso di disseminare altre notizie che infangano l’immagine del mio piccolo Emanuele. Non credo fermamente che il possessore del coltello fosse un’altra persona. Si può anche aggredire un ragazzo, ma non si può prima ferirlo alle spalle e poi colpirlo al cuore per ucciderlo. Ma non intendo dilungarmi – ha continuato la mamma di Emanuele – saranno i magistrati a provare che mio figlio era buono, quindi vittima di un gesto folle e squallido. Agostino si assuma le sue responsabilità e non si rifugi nella diffamazione. Perchè ha detto agli inquirenti, durante il suo fermo, di non ricordare nulla e poi in udienza ha tentato di accusare Emanuele? Se lui è consapevole del gesto che ha fatto e ha una coscienza dica la verità”.

    Ovviamente, le esternazioni terminano qui, in quanto la mamma di Emanuele non è riuscita ad andare avanti… il dolore ha vinto anche sulla sua rabbia.

    L’avvocato Letizia nel contempo ha annunciato battaglia e si sta attrezzando per rispondere alle dichiarazioni rese da Agostino V.

    Staremo a vedere.

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 11 aprile 2013 ALLE ORE 14:59