Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / La Flagiello come Romina Power: nostalgia canaglia! Vuole tornare al Consorzio dei rifiuti


    Incredibile ma vero. Il soggetto liquidatore Claudio Crivaro, probabilmente esortato da qualche politico del Pdl, ha scritto una lettera al Comune di Afragola chiedendo di autorizzare la dirigente a poter svolgere la funzione di consulente anche nel Cub, dove tornerebbe a capo del settore economico-finanziario Caserta – Saudate, saudagi. Nostalgia canaglia! La signora Giuseppina Pennacchi […]

    Nelle foto, da sinistra, Claudio Crivaro e Gaetano Farina Briamonte

    Incredibile ma vero. Il soggetto liquidatore Claudio Crivaro, probabilmente esortato da qualche politico del Pdl, ha scritto una lettera al Comune di Afragola chiedendo di autorizzare la dirigente a poter svolgere la funzione di consulente anche nel Cub, dove tornerebbe a capo del settore economico-finanziario

    Caserta – Saudate, saudagi. Nostalgia canaglia! La signora Giuseppina Pennacchi Flagiello, che per indubbia avvenenza, a fare la Romina Power, ci starebbe anche bene, non riesce a stare senza l’unico, vero amore della sua vita: la monnezza.

    Nei giorni scorsi, dopo aver preso servizio al Comune di Afragola, dove si era appena trasferita in mobilità dal Consorzio, andando ad assumere l’incarico di dirigente dell’area economico-finanziaria del Comune guidato da Enzo Nespoli pare che abbia cominciato a piangere disperatamente, versando lacrime amare sulla scrivania del suo ufficio. Lacrime che devono aver commosso l’attuale soggetto liquidatore Claudio Crivaro, sulla carta il principale di Gaetano Farina Briamonte. E così Crivaro ha preso carta e penna e ha presentato istanza al Comune di Afragola per ottenere il placet a che la signora Giuseppina Pennacchi Flagiello potesse svolgere la funzione di consulente esterna del Cub, in modo da poter continuare a seguire, pur rimanendo dipendente del Comune di Afragola, l’area economico-finanziaria nelle ore pomeridiane e notturne.

    Insomma, quelli che hanno gestito il potere, il rapporto tra la politica e il consorzio, negli ultimi 10 anni non vogliono mollare la presa.

    Due domande: cosa può indurre una persona, che solo due settimane fa ha lasciato definitivamente il Consorzio, a chiedere acrobaticamente di ritornarci?

    Se la signora Giuseppina Pennacchi Flagiello da Teverola ci risponde, saremo lieti di pubblicare compiutamente la sua risposta.

    Seconda domanda: come mai il signor Crivaro ha preso tanto a cuore la causa della Flagiello?

    Non cominciate a fare i soliti coglioni con le facili battute! In questo caso, hanno agito sicuramente ragioni di tipo politico, che si sono tradotti in pressioni, naturalmente di tipo politico su Crivaro. Quest’ultimo ci dicono che sia di simpatie Pd, ma chi lo ha messo a capo del Cub, sono quelli del Pdl, precisamente Giggino Cesaro, con la compartecipazione probabile di Giovanni Romano, assessore regionale all’Ambiente.

    Non si scappa. La segnalazione è arrivata dal Pdl e se la segnalazione è arrivata da Caserta, i maggiori indiziati sono Paolo Romano, presidente del Consiglio regionale, in ottimi rapporti con il suo omonimo sindaco di Mercato San Severino, o di Massimo Grimaldi, plenipotenziario casertano del governatore Caldoro.

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 21 novembre 2012 ALLE ORE 16:17