Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva- Il video di Campania Felix tv- Mondragone- Don Franco contro Don Riccardo. Scoppia la guerra tra preti per il possesso della chiave della chiesetta sul Belvedere


      Il video di Campania Felix TV ( canale 613 oppure 694 del digitale terrestre) con intervista a Don Riccardo Luberto, Don Franco Alfieri, il consigliere Alessandro Pagliaro e due fedeli. Il video andrà in onda in tv su Campania Felix tv. Il video si può trovare anche  su facebook al gruppo Campania Felix tv […]

    Nelle foto, Don Riccardo e Don Franco Alfieri

     

    Il video di Campania Felix TV ( canale 613 oppure 694 del digitale terrestre) con intervista a Don Riccardo Luberto, Don Franco Alfieri, il consigliere Alessandro Pagliaro e due fedeli. Il video andrà in onda in tv su Campania Felix tv. Il video si può trovare anche  su facebook al gruppo Campania Felix tv  https://www.facebook.com/groups/483202731759702/?fref=ts e su youtube

     

     

    Tra i preti, è sorta una polemica per il possesso della chiavi della Chiesetta sul Belvedere. Don Franco Alfieri vede “populismo” nell’atteggiamento ostinato di Don Riccardo ad avere le chiavi. Don Roberto Guttoriello pensa a una conferenza stampa per risolvere la questione, in accordo col nuovo vescovo

     

    MONDRAGONE- “La secchia rapita dello scrittore Alessandro Tassoni ha ispirato lo scontro fra sacerdoti a Mondragone. Il poema eroicomico del “600 raccontava una guerra tra Bologna e Modena, scoppiata per un motivo assai futile: una “secchia” rubata.

    Ebbene, in città, la letteratura pare abbia illuminato la religione.  Alcuni preti si stanno, infatti, attaccando a vicenda per una “sciocchezza“: il possesso di una chiave che aprirebbe la chiesa del Belvedere. La chiave è contesa, in particolare, fra Don Franco Alfieri ( parroco di San Rufino e primicerio della colleggiata) e Don Riccardo Luberto (rettore del santuario dell’ Incaldana), due veterani della Chiesa mondragonese. Basterebbe fare due copie identiche e il problema si risolverebbe in un attimo. Basterebbe mettere da parte l’ostinazione e tutto si metterebbe apposto.

    Ma questa soluzione pare non interessare nessuno. I due sono entrati in aperto contrasto per una vera e propria “secchia rapita“, una “bazzecola” rispetto a quelli che sono i veri problemi di cui la comunità cattolica si dovrebbe occupare. La rivendicazione di tale possesso rischia di diventare una mera“questione d’orgoglio” che va a fomentare inevitabilmente l’anticlericalismo, già dilagante, della gente.

    Le ragioni di Don Riccardo Luberto, che ieri si è recato sul Belvedere per celebrare all’esterno il rosario insieme ai fedeli per lanciare un messaggio fortissimo, sono state chiare a sostegno della sua tesi : “Le chiavi della chiesetta del Belvedere spettano al parroco rettore del santuario dell’ Incaldana. Nella Chiesa bisogna tener conto della consuetudine. Il primicerio può avere le chiavi, ma non con funzioni primarie.” 

    Don Franco Alfieri: ” Di quello che ha fatto don Riccardo ne risponde in prima persona in quanto ha violato un decreto del 2008 in cui il vescovo dava indicazioni in maniera liturgica e amministrativa. Ne risponderà davanti alla sua coscienza e davanti alla comunità. Il momento di coordinamento spetta al primicerio. Questo populismo e questo momento agitativo mi sembra un fatto del tutto gratuito di cui Don Riccardo sarà chiamato a risponderne”

    Il consigliere comunale Alessandro Pagliaro di UDC ha spiegato: ” Il Belvedere spetta al santuario dell’ Incaldana. Don Riccardo ha fatto benissimo a celebrare il rosario all’esterno del Belvedere e spero che prossimamente lo dirà all’interno della chiesetta. Cerchiamo di essere sereni e seri” .

    Oggi si celebrerà la messa sul Belvedere all’interno della cappella, dopo un periodo di tempo di stasi. Staremo a vedere cosa succederà. Sua eccellenza, il neo-vescovo Piazza, dovrà far un “po’ d’ordine” .

     

    Walter De Rosa

    PUBBLICATO IL: 3 agosto 2013 ALLE ORE 16:10