Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA GRAZZANISE/ Ora Enrico Parente chiede 8 mila euro di liquidazione al comune


        Federico Conte: “Legittima la richiesta, ma perché chiederla solo adesso?” Intanto, domani, lunedì si insedia la triade commissariale   GRAZZANISE – Per 12 anni c’è stata continuità amministrativa: adesso, stop forzato per almeno 18 mesi. Lunedì mattina si insedierà la nuova terna commissariale. La politica delle liste, delle candidature, insomma, quella dei nomi, cederà forzatamente […]

     

     

    Federico Conte: “Legittima la richiesta, ma perché chiederla solo adesso?” Intanto, domani, lunedì si insedia la triade commissariale

     

    GRAZZANISE – Per 12 anni c’è stata continuità amministrativa: adesso, stop forzato per almeno 18 mesi. Lunedì mattina si insedierà la nuova terna commissariale.

    La politica delle liste, delle candidature, insomma, quella dei nomi, cederà forzatamente il passo all’azione propositiva.

    Da domani, quindi, una novella stagione per il paese mazzonaro, che sarà chiamata ad accantonare il terzo scioglimento per infiltrazione e mirare al futuro, o perlomeno provarci.

    Prima di chiudere questi dodici anni di amministrazione Parente, però, l’ex gruppo di minoranza Nuovi Orizzonti tiene ad informare la popolazione circa la liquidazione dell’indennità percepita dall’ex sindaco Enrico Parente, di 8 mila euro circa, per il periodo 2000 – 2010 che lo ha visto primo cittadino

    “Fin qui nulla questio visto che tutto è contemplato dalla legge che prevede un indennizzo di fine mandato per il legale rappresentante dell’Ente – precisa la formazione di Conte. – Detto ciò, comunque, non si può che restare perplessi di fronte a questa situazione considerando che viviamo un periodo innegabilmente difficile per le famiglie di Grazzanise”

    L’ex minoranza consiliare si aspettava che: “In un momento in cui le casse comunali languono anche a causa di una precedente politica economica poco oculata e aggravata da una situazione congiunturale sicuramente negativa, ci si aspettava, – confessa Nuovi Orizzonti – da parte di chi ha governato per oltre 10 anni con un largo mandato e dunque con piena fiducia della popolazione locale, una scelta diversa almeno attendendo tempi migliori, sia per le casse comunali che per i nostri concittadini prima di avanzare la richiesta di liquidazione d’indennità.”

    Insomma, la nota di Conte non è tutta fondata sulla critica nel merito della richiesta, per legge dovuta, ma, semplicemente, disapprova l’opportunità temporale della richiesta.

    G.T.

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA LIQUIDAZIONE INDENNITA’ DI FINE MANDATO

     

    Nella foto parte della determina

     

     

    PUBBLICATO IL: 17 marzo 2013 ALLE ORE 14:49