Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Ciro Guerriero spina nel fianco dell’amministrazione. I vigili lo abbordano e gli chiedono la Tosap per un metro quadro di marciapiede


      Nel pomeriggio di San Silvestro, quando tutti i locali irradiano musica, manco a dirlo sono andati proprio dal Dj di Caserta Kest’è. Tosap a Caserta? A via Roma e in tanti altri posti succede di tutto e nessuno controlla.  CASERTA - Ormai è ufficiale: Ciro Guerriero è un target dell’amministrazione comunale di Caserta. Pochi […]

    Nella foto, Ciro Guerriero trasferitosi sotto il gazebo del Bar Antico Caffé d’Italia di Corso Trieste

     

    Nel pomeriggio di San Silvestro, quando tutti i locali irradiano musica, manco a dirlo sono andati proprio dal Dj di Caserta Kest’è. Tosap a Caserta? A via Roma e in tanti altri posti succede di tutto e nessuno controlla. 

    CASERTA - Ormai è ufficiale: Ciro Guerriero è un target dell’amministrazione comunale di Caserta. Pochi minuti fa ( sono le 15.30) due vigili urbani si sono fermati a un passo da dove il noto Dj di Caserta, proprio sul marciapiede di fronte all’amministrazione provinciale, aveva installato la sua mini consolle, che sprigionava musica di intrattenimento, al servizio del Bar Antico Caffé d’Italia.

    I vigili, dopo avergli chiesto i documenti, gli hanno anche chiesto conto del pagamento della Tosap per l’occupazione del suolo pubblico. 2 metri quadrati: bisognerebbe capire se tutto quanto questo zelo, i vigili urbani di Caserta lo usano anche con altre persone, ad esempio con quello schifo che è diventata via Roma.

    La verità è che Ciro Guerriero è uno che in questi mesi ci ha messo entusiasmo e iniziativa, con la sua associazione Caserta Kest’è per ravvivare l’arteria principale della città, letteralmente massacrata da un’interpretazione e da un’applicazione della Ztl, sbagliata nel metodo e nel contenuto. L’abbordaggio a Ciro Guerriero assomiglia ad una vera e propria intimidazione.

    Lui, che è un tipo allegro e disincantato, non ha fatto una grinza e, come dimostra la foto che pubblichiamo qui sopra, ha spostato la sua attrezzatura di 2 metri, posizionandola all’interno del gazebo del bar.

    Desolante!!!

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 31 dicembre 2012 ALLE ORE 15:37