Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / “C’è un giudice a Teverola”: avviso pubblico per il trasferimento dei 14 dipendenti amministrativi dal Consorzio Unico al nuovo Ambito Sud


      Gli operatori ecologici saranno 120. Stamattina, venerdì, il magistrato di San Salvatore Telesino si è insediato nella sua carica di amministratore unico. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL COMUNICATO STAMPA DELLA GISEC CON IL DETTAGLIO DELL’ASSEMBLEA SVOLTASI STAMATTINA CASERTA - Quel comunistone di Bertolt Brecht ci ha lasciato tante opere ideologiche, capolavori teatrali “da tre soldi”, […]

    Nelle foto, Domenico Zinzi e il sindaco Lusini

     

    Gli operatori ecologici saranno 120. Stamattina, venerdì, il magistrato di San Salvatore Telesino si è insediato nella sua carica di amministratore unico. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL COMUNICATO STAMPA DELLA GISEC CON IL DETTAGLIO DELL’ASSEMBLEA SVOLTASI STAMATTINA

    CASERTA - Quel comunistone di Bertolt Brecht ci ha lasciato tante opere ideologiche, capolavori teatrali “da tre soldi”, ma anche qualche racconto sull’anelito illuminista e progressista per una giustizia equa, avvertito nel ‘700 dei cambiamenti.

    C’è un giudice a Berlino“, esclamava il mugnaio di Postdam, felice perché  aveva ricevuto giustizia nei confronti di un nobile sfruttatore.

    Noi, qui a Caserta, non aspiriamo a disegnare sorti progressive in questa landa desolata di arretratezze culturali, governata da una classe dirigente letteralmente impresentabile. Ma, anche noi ci auguriamo che, ogni tanto, arrivi un giudice per migliorare qualche aspetto della nostra vita.

    Un’affermazione del genere, pronunciata da una cattedra liberale come questa, è una sorta di resa senza condizioni, ma che altro dovremmo fare se non augurarci che un manipolo di sindaci e amministrazioni comunali, che dettero già il peggio di sé, ai tempi del Consorzio rifiuti Caserta 2, non sia messo in condizione di ripetere quelle spregevoli forme di gestione nel nuovo ambito Sud, da un giudice che, tra le altre cose, essendo quasi un compaesano del sottoscritto (lui di San Salvatore Telesino, io di San Lorenzello), ha qualche referenza in più.

    Stamattina, il neo amministratore unico dell’Ambito Sud Srl, Alberto Pacelli, già presidente di una sezione del Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere, ha riunito i primi cittadini dei 10, 11 comuni che hanno aderito all’Ambito. E a loro ha parlato chiaro: “La migrazione dei 14 dipendenti amministrativi, stabiliti stamattina in sede di definizione della pianta organica, dalla sede del Consorzio Unico a quella dell’Ambito Sud, sarà frutto di una procedura che partirà con un avviso pubblico a cui tutti i dipendenti del Cub, indistintamente, potranno dare riscontro. La selezione avverrà con dei colloqui degli aspiranti al cospetto di una commissione, presieduta dallo stesso giudice Pacelli e questa dovrebbe rappresentare una garanzia di equità e regolarità della selezione stessa“.

    Noi, comunque, saremo vigili.

    Gianluigi Guarino

    QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DELLA GISEC SUL NUOVO ORGANICO DELLA SOCIETA’

    Nel corso di un’assemblea ordinaria svoltasi stamani, c’è stata l’approvazione della pianta organica della società “Ambito Sud srl” (il cui amministratore unico è il giudice Alberto Pacelli), che si occuperà del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani in nove Comuni della provincia di Caserta attualmente serviti dal Consorzio Unico di Bacino (CUB) Napoli-Caserta. In totale sono previsti 14 impiegati amministrativi e 120 operatori ecologici.

    Oltre alla pianta organica, sono stati approvati anche i regolamenti interni della società, che consentiranno alla stessa di operare in maniera efficiente e concreta. A seguito di questi due passaggi, che hanno determinato la costruzione dell’ossatura di questo organismo sotto il profilo organizzativo,  l’ “Ambito Sud srl” già dalla metà di gennaio potrebbe essere pienamente operativo.

    I soci dell’ “Ambito Sud” sono i Comuni di Carinaro, Casaluce, Cesa, Portico di Caserta, San Marcellino, San Prisco, San Tammaro, Teverola e Villa Literno, nonché la Gisec Spa, società interamente partecipata dalla Provincia di Caserta che si occupa del ciclo integrato dei rifiuti e che detiene la quota del 20 per cento del capitale dell’Ambito Sud (la restante parte è suddivisa tra i vari Comuni, in base al numero di abitanti).

    PUBBLICATO IL: 28 dicembre 2012 ALLE ORE 15:31