Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Caserta – Assalto nella notte con palo di ferro e piede di porco al bar Cataldo di piazza Garibaldi. La telecamera del comune? Non funziona!


      Il titolare ha sperato invano che quel dispositivo, evidentemente un esperimento di nuovo arredo urbano, per il prossimo museo della Ztl, fosse stato utile per individuare i malviventi Caserta – E poi dicono che Caserta è una città arretrata, impermeabile ad ogni novità, avulsa da ogni innovazione, incapace di pensare a se stessa in termini […]

    Nelle foto, da sinistra, il bar Cataldo e la telecamera ubicata in piazza Garibaldi ad un passo dalla stazione

     

    Il titolare ha sperato invano che quel dispositivo, evidentemente un esperimento di nuovo arredo urbano, per il prossimo museo della Ztl, fosse stato utile per individuare i malviventi

    Caserta – E poi dicono che Caserta è una città arretrata, impermeabile ad ogni novità, avulsa da ogni innovazione, incapace di pensare a se stessa in termini originali.

    Prendete, ad esempio, l’esperimento in atto in piazza Garibaldi, all’imbocco di via Verdi, dove l’amministrazione comunale di Caserta ha installato una telecamera virtuale, puramente decorativa. Una sorta di complemento alla pubblica illuminazione. Un pezzo di arredo urbano, che magari tornerà utile quando Corso Trieste, diventata nel mentre, più spopolato del deserto dei tartari, non sarà più a traffico limitato, ma a traffico azzerato.

    A quel punto le telecamere della Ztl potranno essere usate come elemento decorativo del paesaggio.

    Stanotte, quella tra mercoledì e giovedì, il primo esperimento pilota è andato bene. Un manipolo di ladri, muniti di palo di ferro e piede di porco, hanno assaltato la serranda dell’antico bar Cataldo, che si trova, proprio lungo il marciapiede di piazza Garibaldi, ad un passo dalla stazione e ad un passo dal Jolly Hotel.

    Sono entrati e, indisturbati, hanno portato via tutte le slot machines piene di soldi.

    Quando, stamattina, giovedì, il titolare ha scoperto di essere stato vittima di un furto, ha guardato con speranza a quella telecamera che occhieggia dall’apice del lampione. E’ andato dai vigili urbani e qui, evidentemente, gli hanno raccontato, una pietosa bugia: quella telecamera non funziona.

    Naturalmente, non è così, ma sarebbe stato complicato spiegare a un commerciante arrabbiato che quello è un innovativo esperimento di arredo urbano che ssarà uno dei pezzi più pregiati del nuovo museo della Ztl.

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 9 novembre 2012 ALLE ORE 6:00