Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA CASAL DI PRINCIPE – Scassinatori incappucciati e in tuta nera, inseguimento da film con la polizia. Scappano a 250 km orari sulla NOLA VILLA LITERNO


      I malviventi scoperti dagli agenti in via Moscati, fanno però perdere le loro tracce CASAL DI PRINCIPE. La cittadina nel mirino dei rapinatori d’appartamento. Non semplici “topi” definiti dal gergo, ma malviventi organizzati strategicamente. I fatti risalgono alla notte tra venerdì e sabato scorsi, ma sono venuti alla luce solo adesso. Quasi a dimostrazione che l’azione […]

     

    I malviventi scoperti dagli agenti in via Moscati, fanno però perdere le loro tracce

    CASAL DI PRINCIPE. La cittadina nel mirino dei rapinatori d’appartamento. Non semplici “topi” definiti dal gergo, ma malviventi organizzati strategicamente. I fatti risalgono alla notte tra venerdì e sabato scorsi, ma sono venuti alla luce solo adesso. Quasi a dimostrazione che l’azione della denuncia non sia buona prassi a Casal di Principe, anche per fatti non strettamente legati alla malavita organizzata, ma comunque estremamente preoccupanti per le modalità e l’estrema pianificazione operata dai ladri, di certo non degl’improvvisati dell’ultimo minuto.

    I FATTI – Veniamo alla cronaca. Alle ore 2.00 del mattino di sabato 11 gennaio una volante della Polizia proveniente dalla vicina Casapesenna è impegnata in un posto do controllo presso la rotonda di via Della Pace, all’incrocio con via Vaticale, quando alcuni passanti, nonostante l’ora tarda, segnalano ai due poliziotti impegnati nei controlli che due persone si aggiravano in maniera sospetta in via Moscati. La volante si reca immediatamente sul luogo segnalato per le opportune verifiche e notano un solo uomo impegnato al telefono. L’attenzione degli agenti viene però attirata in particolare da una Fiat Marea di colore blu notte, parcheggiata in maniera anomala. Nel momento in cui il controllo viene effettuato, altri due uomini incappucciati e vestiti di tute nere balzano in maniera funambolica da uno dei muretti adiacenti gli appartamenti di via Mascagni e, alla vista delle Forze dell’Ordine, cominciano a scappare a piedi per le vicine campagne. I due poliziotti si lanciano a loro volta all’inseguimento dei due attraverso sterpaglie e rifiuti, sparando anche alcuni colpi di pistola a scopo intimidatorio.

    LA FUGA – I malviventi non si lasciano intimorire e vengono raggiunti proprio dalla Marea guidata probabilmente dall’uomo col quale erano in contatto telefonico. Anche gli agenti riprendono la volante e partono al folle inseguimento dei tre, lanciati a velocità impressionante, sicuramente oltre i 250 kilometri orari, velocità improbabile per una Marea, che doveva evidentemente essere stata elaborata per essere funzionale alla fuga.

    L’inseguimento riprende dunque da via Vaticale verso la superstrada Nola-Villa Literno, e la sconvolgente velocità dell’auto con a bordo i tre scassinatori richiede il supporto di una ulteriore volante che prontamente sopraggiunge da Aversa sull’asse di supporto. Le due auto della Polizia inseguono la Marea fin sull’autostrada A1, finché quest’ultima riesce a far perdere le proprie tracce verso la zona di Afragola.

    red.cro.

    PUBBLICATO IL: 13 gennaio 2014 ALLE ORE 16:57