Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Agg. 12.26 ESCLUSIVA CANCELLO ED ARNONE / Il sindaco Emerito denuncia per calunnia un suo dipendente, ma la Procura vuole archiviare il caso e la fascia tricolore si oppone


      In attesa del decreto di archiviazione richiesto dal Pm Damiano al Gip del foro sammaritano, l’impiegato pubblico difeso dall’avvocato Nando Letizia e che ha denunciato la fascia tricolore per mobbing, spera di tornare al suo posto. Ora si attende il verdetto al termine di una lunga camera di consiglio   Aggiornamento 12.26 – L’avvocato di […]

    Nella foto, il sindaco uscente Pasqualino Emerito

     

    In attesa del decreto di archiviazione richiesto dal Pm Damiano al Gip del foro sammaritano, l’impiegato pubblico difeso dall’avvocato Nando Letizia e che ha denunciato la fascia tricolore per mobbing, spera di tornare al suo posto. Ora si attende il verdetto al termine di una lunga camera di consiglio

     

    Aggiornamento 12.26 – L’avvocato di fiducia del sindaco di Cancello Arnone, Pasqualino Emerito, in merito alla vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto col dipendente Enzo De Chiaria, presenterà opposizione alla richiesta di archiviazione formulata dal Pm Damiano. In poche parole la fascia tricolore della cittadina del Basso Volturno non ci sta alle decisioni prese dalla Procura ed intende proseguire fino in fondo in questa storia, nella quale il primo cittadino uscente si è sentito calunniato per la denuncia di mobbing presentata dal De Chiara.

    Ora si preannuncia una lunga ed estenuante camera di consiglio su questa storia.

     

    CANCELLO ED ARNONE - Brutte notizie giungono dal foro di Santa Maria Capua Vetere per Pasqualino Emerito, sindaco di Cancello ed Arnone e buone notizie, invece, per il dipendente comunale della cittadina del Basso Volturno Enzo De Chiara.

    Il Pm Damiano, ha deciso, stamane, mercoledì, dopo l’interrogatorio, la valutazione delle memorie testimoniali e delle prove documentali, presentate dall’avvocato Nando Letizia di Castel Volturno, quale difensore, appunto, di De Chiara, di chiedere al Gip l’archiviazione del caso giudiziario innescato, anzi avviato, da una denuncia per calunnia, presentata dal primo cittadino di Cancello ed Arnone Pasqualino Emerito a carico dell’impiegato pubblico del suo comune, dopo che lo stesso dipendente comunale lo aveva a sua volta denunciato per Mobbing.

    In effetti, secondo la difesa, l’impiegato De Chiara dal 2005 ad oggi era stato spostato in più occasioni in vari uffici della Casa comunale della città dei Mazzoni. Questi continui spostamenti hanno infastidito il dipendente pubblico, che a sua volta ha denuncianto il tutto improntando una causa civile contro l’amministrazione diretta da Emerito. Nel procedimento giudiziario l’impiegato ha chiesto ai giudici di rilevare se vi fossero anche dei risvolti penali nella vicenda.

    A questo punto il primo cittadino uscente e ricandidato del paese del Basso Volturno si è sentito offeso per le accuse ricevute e ha denunciato De Chiara per calunnia.

    Il Pm Damiano ha chiuso le indagini e ha concesso l’ammissione di prova della difesa al fine di valutare attentamente il caso. Ovviamente la scelta della Procura di chiedere l’archiviazione è un ottimo punto a favore per l’impiegato di Cancello Arnone, che nel contempo, però dovrà attendere che sul caso, si esprima il Gip. Infatti spetterà al Giudice per le indagini preliminari avvalorare la richiesta del Pm e decretare l’archiviazione. La scelta di archiviare il procedimento dipenderebbe dal fatto – secondo la tesi della difesa e in questo caso anche del pm – che non sussisterebbero i requisiti oggettivi e quelli pisicologici tali da definire la sussistenza del reato.

     

    Massimiliano Ive

     

    PUBBLICATO IL: 27 febbraio 2013 ALLE ORE 22:57