Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA CAMORRA – Estorsioni a tre imprenditori di Caserta, condannato il fratello di O’ Ninno e Fedele


      La decisione assunta con rito abbreviato dal Gup Di Palma. Entrambi dovranno scontare una pena pari a 5 anni e 4 mesi di reclusione. Per il vigile urbano e il complice dimezzata la pena rispetto alla richiesta del Pm Dda Cesare Sirignano   NAPOLI  – Sono riusciti ad ottenere il dimezzamento delle pene sia […]

    Nelle foto, da sinistra, Nicola Fedele e Giuseppe Iovine

     

    La decisione assunta con rito abbreviato dal Gup Di Palma. Entrambi dovranno scontare una pena pari a 5 anni e 4 mesi di reclusione. Per il vigile urbano e il complice dimezzata la pena rispetto alla richiesta del Pm Dda Cesare Sirignano

     

    NAPOLI  – Sono riusciti ad ottenere il dimezzamento delle pene sia Giuseppe Iovine, fratello della primula rossa dei Casalesi, Antonio Iovine detto o’ Ninno e Nicola Fedele, entrambi accusati di varie richieste estorsive a carico di alcuni imprenditori casertani, quali Michele Iervolino, Massimo Mincione e Mario Polise

    Il giudice per le indagini preliminari, la dott.ssa Di Palma, nell’udienza tenutasi stamane, lunedì, presso il Tribunale di Napoli,  ha  condannato sia Iovine che Fedele alla pena finale di 5 anni e 4 mesi di reclusione.

    Nella lunga requisitoria  del  Pm della Dda, Cesare Sirignano lo stesso magistrato aveva chiesto che gli imputati fossero condannati alla pena di anni 9 di reclusione. L’accusa fondava le sue tesi sulle intercettazioni ambientali e telefoniche nelle quali sarebbe emerso, secondo la Dda, la prova delle richieste estorsive. A corredo di ciò anche le dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia.

    Nel collegio difensivo erano presenti in aula gli avvocatiti Giovanni Zannini, Carlo De Stavola, Massimo Della Gatta e Mariella Baldascino

    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 3 giugno 2013 ALLE ORE 13:47