Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA – CAMORRA, DOMITIA VILLAGE DI CASTEL VOLTURNO E PIANO INDISTRIALE DI CASALUCE, ascoltato il capitano della Guardia di Finanza sulle intercettazioni a carico del fratello dell’ex sindaco Scalzone e dell’imprenditore Giuliani


        Previsti tempi ancora lunghi prima della conclusione del procedimento giudiziario. Entrambi gli indagati sono difesi dall’avvocato Giovanni Cantelli di Max Ive CASTEL VOLTURNO – CASALUCE – Si è svolta stamane, martedì, presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, l’udienza nell’ambito del processo “Domitia Village”, che portò il 22 febbraio 2012 all’arresto di 14 […]

     

     

    Nelle foto, il Domitia Village, Alfonso Scalzone e l’ex sindaco di Casaluce Proto Fedele

    Previsti tempi ancora lunghi prima della conclusione del procedimento giudiziario. Entrambi gli indagati sono difesi dall’avvocato Giovanni Cantelli

    di Max Ive

    CASTEL VOLTURNO – CASALUCE – Si è svolta stamane, martedì, presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, l’udienza nell’ambito del processo “Domitia Village”, che portò il 22 febbraio 2012 all’arresto di 14 persone, tra parenti di esponenti politici, amministratori ed imprenditori del litorale Domizio e dell’Agro Aversano. In tale vicenda giudiziaria, ricordiamo sono coinvolti tra gli altri il fratello dell’ex sindaco di Castel Volturno, Antonio Scalzone, Alfonso (oggi ai domiciliari) e l’imprenditore edile Raffaele Giuliani, considerato dalla Dda vicino al clan.

    Entrambi sono difesi dall’avvocato Giovanni Cantelli e proprio stamattina, innanzi al giudice Francica, è stato ascoltato il capitano del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, che all’epoca ha diretto le indagini che hanno portato poi, agli arresti eseguiti appunto il 22 febbraio del 2012. L’inchiesta della Guardia di Finanza si basa soprattutto sul contenuto delle intercettazioni telefoniche e sulle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia in riferimento al rilascio delle autorizzazioni per costruire il complesso abitativo di Ischitella di Castel Volturno denominato Domitia Village e per la messa in cantiere del Piano Industriale di Casaluce.

    Il Capitano della Tributaria è stato chiamato a deporre sulle argomentazioni e sulle intercettazioni che sono alla base delle indagini che riguardano quindi, Alfonso Scalzone fratello dell’ex sindaco di Castel Volturno,  colpito prima,  da un’ordinanza cautelare in carcere, poi da una nuova ordinanza ai domiciliari, anche per il reato di associazione mafiosa e per avere concretamente consigliato l’imprenditore Giuliani  sulle modalità per la realizzazione della lottizzazione in questione; nonchè lo stesso imprenditore edile Giuliani che secondo le tesi della Dda, avrebbe effettuato alcune speculazioni edilizie avvalendosi, per l’attuazione dei  lavori sui propri terreni ed  anche per la costruzione di “I.A.C.P.”, oltre che di Angelo Simeoli, anche di altri imprenditori locali e della connivenza di funzionari e pubblici amministratori del Comune di Casaluce. All’epoca inoltre, anche  l’ex sindaco di tale Municipio Antonio Fedele Proto, venne colpito da ordinanza cautelare in carcere.

    Il processo al momento è ancora in fase dibattimentale e per il momento si prevedono ancora tempi lunghi prima della sua conclusione.

     

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 4 febbraio 2014 ALLE ORE 16:37