Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA / AVERSA – Chissà perchè ai tempi di Ciaramella nessuno chiedeva i certificati Scia e la mensa scolastica funzionava con modalità fuori legge? Sagliocco riceve i genitori.


      Oggi pomeriggio, martedì, il primo cittadino ha avuto un lungo incontro con i rappresentanti del quarto circolo. La gemeaz appiedata da un approccio improvvisamente zelantissimo da parte dell’Asl. Aversa - Che Giuseppe Sagliocco sia calato come un alieno in tutti i giochi della politica e del potere, consolidati in 10 anni di amministrazione – […]

     

    Nelle foto, da sinistra, il sindaco Sagliocco e il 4° circolo.

    Oggi pomeriggio, martedì, il primo cittadino ha avuto un lungo incontro con i rappresentanti del quarto circolo. La gemeaz appiedata da un approccio improvvisamente zelantissimo da parte dell’Asl.

    Aversa - Che Giuseppe Sagliocco sia calato come un alieno in tutti i giochi della politica e del potere, consolidati in 10 anni di amministrazione – Ciaramella, è ormai, un fatto noto. I dissidi e le divergenze che lo hanno costretto immediatamente a incrociare i ferri con la maggior parte dei dirigenti comunali, sono stati un chiaro segno che il vecchio potere, la conservazione di antiche e molto consolidate rendite di posizione, si sarebbero opposti con tutte le forze al metodo nuovo che il sindaco sta cercando di instaurare.

    Tanti i bastoni messi tra le ruote di Sagliocco. L’ultimo della serie è quello relativo al mancato decollo della mensa comunale.

    Finalmente siamo riusciti a capire quale sia il nome dell’azienda che eroga questo servizio. Si tratta della milanese Gemeaz Spa, che è un’azienda tutt’altro che sconosciuta. Anzi, si tratta di un marchio molto noto che assorbe molta parte di questo mercato e che in passato ha anche sponsorizzato squadre professionistiche di ciclismo.

    Negli anni di Ciaramella, nessuno mai, dalle parti dell’Asl si era sognato di chiedere alla Gemeaz un certificato di collaudo Scia, che segnala l’inizio di una attività. Un certificato che, evidentemente, l’impresa milanese non era in condizione prima come non è in condizione adesso di produrre. Eppure, prima, la mensa scolastica partiva, più o meno, regolarmente. Ora, no. Da quando è arrivato Sagliocco, tutti zelantissimi. Anche questo, il sindaco, di Aversa, ha dovuto spiegare oggi pomeriggio ai genitori degli alunni del quarto circolo, che il primo cittadino ha ricevuto in comune.

    A questo punto, l’unica strada, è quello dell’adattamento di tutti i locali delle scuole: si dovranno attrezzare le sale mensa, tutte le strutture dovranno essere perfettamente in ordine. Occorrerà almeno un mese. Sagliocco spera che per l’inizio di dicembre le sale mensa saranno pronte e, dunque, il servizio potrà partire.

    Prima di Sagliocco, tutto questo non c’era eppure il servizio mensa veniva erogato lo stesso, nel silenzio delle istituzioni preposte al controllo. Mah.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 23 ottobre 2012 ALLE ORE 20:35